Atalanta-Torino, perché sì e perché no: nerazzurri tra impegni ravvicinati e scarsa lucidità

Verso il match / Tre motivi per credere nel Torino, altrettanti per temere l’avversaria di turno, in questo caso l’Atalanta di Gasperini

di Silvio Luciani, @Silvio_Luciani

STANCHEZZA

NAPLES, ITALY – FEBRUARY 03: Duvan Zapata of Atalanta BC during the Coppa Italia match between SSC Napoli and Atalanta BC at Stadio Diego Armando Maradona on February 03, 2021 in Naples, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Manca pochissimo ad una sfida che sulla carta potremmo definire proibitiva per i ragazzi di Nicola. Dopo i pareggi in rimonta contro Benevento e Fiorentina, infatti, il Torino incontrerà l’Atalanta nel nuovo Gewiss Stadium. Portare punti a casa da Bergamo sarebbe un’ottima cosa e allora analizziamo, come di consueto, tre motivi per credere che il Torino faccia risultato con l’Atalanta e altrettanti per temere i bergamaschi.

PERCHÉ SÌ – Il Torino avrà un vantaggio non da poco: l’Atalanta sta giocando ogni tre giorni a causa del recupero contro l’Udinese e le semifinali di Coppa Italia. Da quando si è ricominciato a giocare dopo la sosta natalizia, l’Atalanta ha avuto un calendario fittissimo, in cui ha potuto recuperare per massimo 5 giorni tra una partita e l’altra. Poi dagli ottavi di Coppa Italia contro il Cagliari, la squadra di Gasperini ha giocato letteralmente ogni tre giorni. Il Toro troverà, quindi, un’Atalanta atleticamente non al top che non ha potuto preparare più di tanto la sfida con i granata.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. f_p_b_qsv_14554814 - 4 settimane fa

    Capisco che abbiate il dovere di scrivere. Capisco anche che molti di voi hanno solo visto il Torino di Cairo e il resto guardando video e leggendo notizie. Capisco anche che le illusioni mantengono alto lo spirito. La verità è che loro sono nei fatti dove noi avremmo dovuto essere con le parole. Il calcio a volte è strano ma ci possono battere anche bendati e con una mano legata alla schiena . Siamo solo sparring Partners ormai del 90% delle squadre di serie A

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tommydado - 4 settimane fa

    Diciamo la verità i perché si non esistono se entriamo in campo con la paura di fare una figuraccia la faremo al 100% giochiamola stando sul pezzo giochiamola per vincerla perché se ci chiudiamo siamo fregati non dico di giocare con 3 punte sbilanciandoci e scoprendoci alle loro micidiali ripartenze ma non bisogna neanche subire troppo il loro gioco bisogna cercare di segnare perché loro un gol lo faranno sicuro…. la probabile formazione iniziale mi sembra la migliore con baselli buongiorno e verdi pronti ad entrare a partita in corso con un centrocampo e attacco di corsa e muscoloso ma capace di offendere…Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy