Cagliari-Torino, perché sì e perché no: sorpasso o solco in classifica

Verso il match / Tre motivi per credere nel Torino, altrettanti per temere il Cagliari di Eusebio Di Francesco

di Silvio Luciani, @Silvio_Luciani

IL VANTAGGIO DELLA CLASSIFICA

TURIN, ITALY – OCTOBER 18: Andrea Belotti (C) of Torino FC scores a goal during the Serie A match between Torino FC and Cagliari Calcio at Stadio Olimpico di Torino on October 18, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Ci siamo: è il giorno di Cagliari-Torino, una partita che mette in palio più di tre punti. Granata e rossoblù si giocheranno una fetta di salvezza in un match complicatissimo, tra due squadre che hanno vinto solamente cinque partite in tutto il campionato e proprio per questo giocheranno con il coltello tra i denti ma anche con tante paure. Come di consueto, nel percorso di avvicinamento al match, vi presentiamo i temi principali della partita: perché sì e perché no, tre motivi per credere nel Torino e altrettanti per temere l’avversaria di turno, il Cagliari di Di Francesco.

PERCHÉ SÌ – Quella di stasera è una partita che si giocherà anche e soprattutto sul piano nervoso e il piccolo vantaggio che il Toro ha sul Cagliari può aiutare i granata. Perché se il Cagliari vincesse ribalterebbe l’inerzia della corsa salvezza, ma se a vincere fossero i granata di Nicola il Cagliari sprofonderebbe a 5 punti dal quartultimo posto, una consapevolezza che può penalizzare i padroni di casa, soprattutto se la partita si incanalasse su binari favorevoli al Toro.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Torino Calcio 1906 - 1 settimana fa

    Purtroppo sarà un 1 fisso.
    3-0 e a casa. Domani post di tutti i giocatori in cui dicono di crederci fino alla fine. L’allenatore dirà che ha visto cose buone.. e noi sempre più divisi e contro. Nicola e mercenari fuori dai balls. Meglio in B e ripartire con Giampaolo e una rosa completamente rifondata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il Giaguaro - 1 settimana fa

      Meglio rimanere in A con una rosa e una dirigenza (Ah! che parola grossa dirigenza, si limita a Vagnati, Comi e all’addetto alle pulizie, visto che la segretaria è co.co.co part time) comunque rifondata…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pacman - 1 settimana fa

    Se la squadra vedrà in questa partita un’opportunità si vincerà, se al contrario invece la partita sarà vissuta col rischio di essere superati in classifica perderemo e di brutto. Sarà fondamentale l’approccio mentale nel vedere o meno il vantaggio che ci si presenta davanti. Credo che Nicola anni lavorato su questo. Almeno lo spero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granatapersempre - 1 settimana fa

    Vedremo se vincerà la paura di entrambe di perdere o la volontà di fare risultato a tutti i costi: con tutti i nostri precedenti da crocerossina degli altri temerei un tracollo, ma mi voglio comunque tenere uno stralcio di speranza confidando nel lavoro di Nicola, conscio che le conseguenze di una sconfitta sarebbero molto deleterie, ma le conseguenze di una vittoria farebbero crescere esponenzialmente le possibilità di salvazza. Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Simone - 1 settimana fa

    Si preannuncia un’altra partita di contenimento x non avere avuto il coraggio di prendere i 3p quando c’erano da prenderli…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bordeauxgranata - 1 settimana fa

      Puntano tutto sulla magnanimità di chi sarà tranquillo a fine stagione, per fare punti…perché farlo ora richiede una consapevolezza da acquisire con il tempahahahahaha

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy