Filadelfia, tifosi e giocatori: il codice-Longo per cambiare il Toro

Filadelfia, tifosi e giocatori: il codice-Longo per cambiare il Toro

Il punto / Otto giorni di lavoro per il nuovo allenatore granata: questa la filosofia de sui lavori

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

WORK IN PROGRESS

Allenamento Torino Filadelfia Longo

Otto giorni interi di Toro e di lavoro senza sosta per Moreno Longo, che si è preso carico di una situazione molto difficile accettando la panchina di un Torino in profonda crisi con un accordo valido solo fino al 30 giugno. La partita contro la Sampdoria ha fatto capire che non bastano due pacche sulla spalla e due sorrisi per risolvere i profondi problemi di questo Torino. Arrivati a una settimana abbondante di lavoro, si può però tracciare una riga su quelle che sono state e saranno le prime mosse del neo tecnico granata.

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. byfolko - 4 mesi fa

    Il Chieri, che gioca in serie D, possiede 5 campi, di cui uno con tribune (di proprietà), con annesso ristorante. Noi di proprietà non abbiamo nemmeno la sede, e dove dobbiamo andare conciati cosi’, con un presidente come Cairo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 4 mesi fa

      Non lontano però c’è un kebabaro buonissimo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Thor - 4 mesi fa

      Io sono nato a Chieri! Mi dai un assist con questa osservazione. Io il Chieri l’ho visto crescere (con alti e bassi). Ed effettivamente sugli impianti si è vista un’evoluzione in 50 e più anni. Ottima osservazione. Ma può valere per molte altre squadre di molte altre città, fra le quali alcune andate in Serie A (e rimaste): buona amministrazione fa buone strutture.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. byfolko - 4 mesi fa

        Tipo il Novara, infatti, che ha ottimi impianti!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ezio 76 - 4 mesi fa

    Mah se Longo la pensa così, di lasciare molto tempo libero ai giocatori, faccia lui, certo è che se andrà male già con il Milan, ci rimetterà soprattutto lui.
    A mio parere l’impegno deve essere proporzionato alla situazione grave che attraversiamo. Ognuno di noi nel nostro lavoro moltiplica l’impegno quando le cose non vano bene. Qui sembra essere un mondo diverso, altre società più serie della nostra sarebbero intervenute prima e più pesantemente per rimettere in carreggiata la squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. bertu62 - 4 mesi fa

    Personalmente Longo mi sta simpatico…E’ un allenatore “su misura” e “a misura” Toro, e questo a ben vedere mancava dai tempi del Mondo ad essere onesti e sinceri, o no?
    Sempre tenendo presente l’onestà e la sincerità ma mettendo da parte “le simpatie personali” devo parlare del “male” che sta ha colpito il Toro ultimamente…
    Si è parlato di “crisi atletica”, di “crisi psicologica”, di “crisi tattica”, e (anche se personalmente non le ritengo veritiere o, per le meno, “completamente ed unicamente responsabili”..) potrebbe anche essere vero però a mio modo di vedere Longo sa già dove sia il problema….Dico questo per un paio di motivi: innanzitutto ha dichiarato (e ci credo, o meglio non credo che sia stata una “dichiarazione di facciata”, non ne ha bisogno e non è “il tipo”, quindi se lo ha detto è perché è vero….) che ha seguito il Toro e le Sue partite già da tempo (ricordiamoci che era “senza contratto” quindi libero di andare dove gli pareva…), quindi ha “visto e notato” come la squadra si è comportata sul campo più volte e con diversi avversari e sia in trasferta che in casa, e queste cose le ha viste dal punto di vista di Allenatore prima ancora che come tifoso, e di conseguenza adesso che ha la squadra in mano ed è l’allenatore ufficiale cosa fa? Cosa cambia? Poco o nulla, nel senso che non ha aumentato “i carichi” di lavoro (raddoppio degli allenamenti..), non ha portato soluzioni estreme come il ritiro ma anzi spostando le sessioni dall’allenamento al mattino ha lasciato il pomeriggio libero ai giocatori (segno che evidentemente NON E’ una “questione atletica” né una “questione psicologica-di contestazione”…) e quanto alla tattica, gli uomini sono sempre quelli (non potendo intervenire sul mercato è gioco-forza così..) ma sono anche quelli dei 63punti (più almeno altri 7 “sottratti arbitrariamente”, cioè dagli arbitri…) dell’anno scorso, quindi NON E’ una “questione tattica”…Cosa rimane dunque?
    Sapete come la penso: i giocatori oggi hanno il potere di fare “il bello o il cattivo tempo” in campo, di marcare stretto l’avversario o di lasciargli 1 metro, di pressare oppure di far calciare il pallone da metà campo voltandogli le spalle e perdere per 7 a 0 magari…
    E’ triste, lo so, ma è così! Pertanto credo che Moreno abbia fatto un discorso ai giocatori, parlando sia di professionalità che di dignità, di “obblighi morali” (e non…) che hanno nei confronti sia della Società (che paga gli ingaggi) sia dei tifosi (che vanno allo stadio, pagano biglietti ed abbonamenti, pagano le TV per guardare le partite..) ma soprattutto credo che abbia fatto leva su quelli che dovrebbero essere i Loro obiettivi, gli Europei: Belotti Sirigu e Izzo sono arrivati a vestire la maglia della Nazionale grazie al Toro, grazie alle partite giocate col Toro che ha dato Loro “visibilità” e “possibilità” ed ora stanno gettando tutto alle ortiche…
    A Mazzarri è stato “imputato” di tutto tranne che l’unica vera Sua colpa, quella più grande: aver consentito che nello spogliatoio si creassero delle fratture, che i lavativi di turno la facessero franca ed anzi si moltiplicassero! La gestione del “caso N’Koulou” è stata PESSIMA, il Suo “reintegro” poi è stato il motivo per cui gente che si “sbatteva” ha deciso di prendersela con più calma, senza dare il massimo, tanto cosa vuoi che ti facciano, vedendo appunto Nicolas?
    L’arrivo di Longo, che non è Houdini e NON HA la bacchetta magica, ha determinato un “azzeramento” del pregresso: Moretti ha il Suo compito, nello spogliatoio, NESSUNO ha “privilegi” e TUTTI devono “sbattersi” allo stesso modo sennò FUORI squadra, o panchina o tribuna, infortunati permettendo certo. Ansaldi e Baselli torneranno disponibili, in più ci sono diversi giovani della Primavera che potrebbero debuttare in prima squadra, magari non avranno 90′ di intensità, magari non saranno “gettati nella mischia” contro delle “vecchie volpi” come Ibra & C. però con altri avversari magari sì….
    Quindi occhio, mi cari “furbetti degli scarpini”: così come grazie al Toro siete arrivati in Nazionale e nel mirino di grossi (per ingaggio, SOLO per ingaggio, per SOLDI…) club, sempre grazie al Toro potreste ritrovarVi in B!
    FV♥G!! SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 4 mesi fa

      Loro se ne vanno comunque, perchè sanno perfettamente che ciro li vende e incassa i soldi, tanto racconterà qualche balla e i gonzi ci crederanno. Fate l’abbonamento

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bertu62 - 4 mesi fa

        E’ una tipica risposta di quelli che vedono il male a prescindere…
        I giocatori sono sempre stati venduti e comprati, la questione come sempre è CHI viene venduto e CHI arriva al posto Suo, SEMPRE! Se mi vendi un Cerci/Immobile e mi prendi Belotti/Ljajic mi può ancora ancora andar bene, certo è che se vendi Immobile e prendi Amauri, o se mi vendi Izzo e prendi Ajeti….
        La questione è che da troppo tempo al Toro si è vissuti questi alti e bassi, queste situazioni da “manca sempre un centesimo per fare un €uro..”: c’è sempre chi ha visto Cairo come “regista occulto” dietro a queste “manovre” e chi invece ci ha visto il DS di un decennio, ora all’AS Roma (e, garda caso, sta facendo qualche “casotto” anche lì….)… Non ho voglia di discutere con chi è mentalmente “settato” su un solo colpevole, non mi interessa, ognuno è libero di vedere ciò che vuole, però negare l’evidenza è abbastanza riduttivo…
        Adesso abbiamo un “nuovo corso” al Toro: allenatore + DT + DS tutti di provenienza “certificata” granata e la possibilità di attingere dalla Primavera per i prospetti più interessanti, all’interno di una stagione che (purtroppo..) non ha più nulla da dare/chiedere (la salvezza/retrocessione non è in discussione…)…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. gianTORO - 4 mesi fa

    …allenamenti solo al mattino per lasciare il pomeriggio libero….NN SN D’ACCORDO. Si lavora di più per migliorare aspetti di tattica possesso palla e velocità di gioco. Anche divertendosi al pomeriggio. Lavorare solo al mattino ..!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. GlennGould - 4 mesi fa

    @Avvopal

    Il mio post su Izzo non era riferito al tuo, ci tenevo a precisarlo. Volevo sottolineare, velatamente, la mia opinione figlia di alcune info che possiedo, e che mi spingono a sperare che costui stia fuori squadra sino a campionato terminato, cosa che ovviamente non accadrà.

    Ho provato a postare in precedenza, ma inviare i commenti su questo sito sta diventando quasi impossibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ciccio Graziani - 4 mesi fa

    La cosa importante è che si inizi a fare punti, a me le cavolate del Filadelfia aperto e le leccate di Longo non mi interessano. Mi sta a cuore che il TORO riprenda il cammino, altrimenti anche Longo fuori dalle palle

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 4 mesi fa

      ..che commento orribile! niente hai di granata! “le cavolate del Filadelfia aperto e le leccate..” orrore agghiaggiande tu non sei un mio fratello di fede!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. AUGUSTO - 4 mesi fa

        Scusa, ho messo ‘non mi piace’ per sbaglio

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Patatrack - 4 mesi fa

      Sai che cosa significa GdM….???

      Se indovini, quello sei tu.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Andr - 4 mesi fa

      Marisa!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. leggendagranata - 4 mesi fa

    Al di là della simpatia per Longo (che ho), saranno i fatti a dire se è stata la scelta giusta, perchè anche per lui l’ innamoramento dei tifosi passa attraverso i risultati. Non bastano “due pacche sulla spalla e due sorrisi…”, bisogna che attui “pochi ma precisi concetti…” con i quali dare una sua impronta alla squadra. Non è avvenuto contro la Sampdoria e la cosa mi ha un po’ deluso, perchè la squadra ha giocato con lo stesso schema di Mazzarri, lo schema che aveva portato a quattro sconfitte consecutive e a prendere 20 gol. Sin da subito avevo scritto che la formula con due trequartisti come Verdi e Berenguer ci rendeva troppo fragili a centrocampo e così è stato. E’ ora di provare altre strade, magari passare alla difesa a quattro, sapendo che col Milan sarà durissima, anche se i rossoneri avranno nelle gambe la partita di questa sera di Coppa Italia contro la Juventus. Non si possono pretendere miracoli, ma almeno vedere un cambio di uomini, schemi e gioco. Sembra che ora Longo voglia mutare registro, mettere due vere punte (Belotti/Zaza?), in modo da non lasciare il Gallo solo a vagare in attacco col risultato che si sta perdendo anche lui. Il recupero di Ansaldi e Baselli potrà essere utile, così come il prendere in considerazione i pochi giovani validi che abbiamo. Speriamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antoniogranata76 - 4 mesi fa

      Concordo, io però sono
      spaventato perché anche se dovessimo salvarci(si non è così scontato), il prossimo anno,con le sicure partenze di ,Sirigu, Belotti, Izzo,Nkoulu, gli ultimi due non li rimpiangero’,Cairo sicuramente non li sostituirà con giocatori di pari livello, ma decisamente inferiori, quindi sarà un campionato da salvezza già dalla partenza, ormai ci stanno affondando

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 4 mesi fa

        ..però la storia recente dice il contrario…via glik tutti a piangere x poi osannare il suo sostituto nkoulu!…via padelli dentro sirigu..via bruno peres dentro ansaldi..via valdifiori dentro rincon…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. eurotoro - 4 mesi fa

          ..ehm scusa ma da sadik a zaza?..rossettini izzo?…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Antoniogranata76 - 4 mesi fa

            È vero ma oggi vedo una situazione peggiore di allora, comunque se i sostituti saranno migliori, sarò felice di essermi sbagliato

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy