In bocca al lupo Petrachi, in bocca al lupo Toro

In bocca al lupo Petrachi, in bocca al lupo Toro

Editoriale / Il club granata alle prese con una transizione delicata

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Il Torino deve gestire un punto di svolta dell’era Cairo; dopo dieci anni di ottimo lavoro ha lasciato Gianluca Petrachi, che ha preso la legittima decisione di tentare un’altra sfida professionale ritenuta più stimolante, sebbene le modalità dell’addio abbiano fatto discutere. In bocca al lupo a lui e in bocca al lupo al Torino che ora deve gestire una fase di transizione delicata.

Il presidente Cairo ha scelto Massimo Bava come nuovo ds: la soluzione interna ha diverse ragioni per essere ritenuta giusta, nel senso che preserva almeno in parte la continuità aziendale. Ora sarà Bava a dover ricreare un comparto di mercato funzionante come era quello precedente, gestendo altresì gli equilibri decisionali con il presidente, che a sensazione avrà sempre più potere in fase di mercato. Proprio ora che, con Walter Mazzarri in panchina, il Torino ha gettato delle basi tecniche promettenti, c’è da gestire un cambiamento societario importante in un’estate già di per sè molto particolare per i dubbi legati alla questione ripescaggio. Un compito non facilissimo.

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Peterpann - 4 settimane fa

    Articoletto “politically correct” privo di senso. Il sig Petrachi lavorava per la Roma mentre era ancora sotto contratto con il Toro. Altro che in bocca al lupo, altro che “tentare un’altra sfida professionale ritenuta più stimolante”, sono i soldi che fanno la guerra….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Madama_granata - 4 settimane fa

    In bocca al lupo al Toro, certamente, ma, x finire il detto, a Petrachi in c… alla balena!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. maxx72 - 4 settimane fa

    No mi spiace il “in bocca al lupo” proprio non mi sento di darglielo.
    Però lo ringrazio per il lavoro svolto, anche se costellato da diversi bidoni.
    Sarebbe potuto andarsene in maniera diversa, invece ha lavorato un bel pò per la roma rubando un lauto stipendio al TORO.
    A MAI più rivederci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. sucanano - 4 settimane fa

    14 anni di NIENTE. E’ un record che meriterebbe un collare. Mica e’ facile che uno metta su un’attivita’ e dopo 14 anni sia sempre come prima: manco una sede di proprieta’. Fenomeno Dr.Cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 4 settimane fa

      Non sei un pò ripetitivo? stesso commento in due articoli.
      Già che ci sei puoi passarli tutti gli articoli così fai trascorrere un oretta in attesa di ripassare Educazione Civica.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. sucanano - 4 settimane fa

        stipendiato? Caso mai non avessi capito di la’

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 4 settimane fa

          E io ti ripeto la risposta nel caso non avessi capito di là: sono solo un tifoso del TORO a differenza di te che sei solo un provocatore. Non ti posso fare un disegnino, sai magari avresti compreso meglio..magari fattelo da solo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. lucagranata - 4 settimane fa

    mah, io sarò immaturo e vendicativo ma a Petrachi auguro di finire in serie B in 3 anni, altro che storie…sono soddisfattissimo del lavoro che ha fatto in questi anni, innegabilmente ha prodotto soldi anche grazie a Ventura che per 5 anni lo ha guidato, adesso via e buona notte…avrei preso un sostituto noto, spero che Bava sia bravissimo anche come ds di prima squadra, sarebbe un trionfo per noi e una soddisfazione per il pres che se la riderebbe sotto i baffi non poco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. BACIGALUPO1967 - 4 settimane fa

    Il caldo gioca brutto scherzi…
    In bocca al lupo a petrus??
    “ma non scherziamo!!
    Poi scegliere un altro animale nooo? Visto che è andato dalla lupa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Marchese del Grillo - 4 settimane fa

    In bocca al lupo Petrachi…crepi Petrachi!!!
    E Sempre Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Toro Forever - 4 settimane fa

    Quella che verrà a mancare, con l’addio di Petrachi, è la rete di osservatori specialmente sul mercato estero. Se notate, i nomi accostati al Toro fanno tutti parte del mercato interno. Non discuto le capacità di Bava ma la sua potrebbe essere un nomina “ad interim” in attesa di novità. Potrebbe esistere, per esempio, un esterno sx in Spagna o in Francia che farebbe al caso nostro? Io credo di sì, ma ne ignoriamo l’esistenza. Ok andare a fari spenti, ma ho paura che manchino anche le lampadine. Urge elettrauto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro Forever - 4 settimane fa

      Per completare. È possibile che la segnalazione di Ola Aina, dal Chelsea, sia stata fatta dall’amico Conte all’amico Petrachi? Favore poi ricambiato con il tentativo, fallito, di portare Conte alla Roma? Credo di sì. Le vie del mercato sono infinite. Abbiamo bisogno di un “autista” dotato di un buon “navigatore” GPS.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PrivilegioGranata - 4 settimane fa

        Bisogna dire però che Petrachi ha pescato bene in Francia e basta.
        Tutti i campionati dell’est e del nord, da cui provengono spesso giocatori di buona/ottima qualità a costo accettabile erano per lui terreni minati (i vari vesovic, milinkovic ecc. lo testimoniano).

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Toro Forever - 4 settimane fa

          Lukic, Maksjimovic e, ahimè, Milinkovic-Savic. Saldo comunque positivo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marchese del Grillo - 4 settimane fa

      Morto un Papa se ne fa sempre un altro. Siamo il Toro, non la Sambenedettese.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toro Forever - 4 settimane fa

        Certamente. Ma anche in tema di Papi abbiamo visto che non sono tutti uguali. Anzi. Io ne rimpiango uno in particolare. Che ora è un Santo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13794907 - 4 settimane fa

    Probabilmente con Bava diventeremo una società in cui le gemme dei settori giovanili sbocceranno permanentemente in prima squadra, tipo Atalanta o Toro anni 80/90.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 4 settimane fa

      Quella è proprio anche quello che spero io

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. crclaudio6_126 - 4 settimane fa

      Bho, pero’ sta’ cosa che dalle giovanili alla prima squadra… capisco la “romanticità” dell’idea, pero’ se uno e’ veramente bravo in prima squadra ci va’ senza problemi, se non ci va’ qulche motivo c’e’, che so’ guardiamo il gironzolare di Barreca in mezza europa, ma che nessun allenatore sappia valorizzarlo ?, Parigini ogbi volta che e’ stato in campo ha fatto vedere grossi limiti, Edera alla fine quanto a giocato fuori dal Toro ?
      etc. etc. …. il calcio a anni 80/90 era tanto diverso, oggi le competenze richieste ad un calciatore di livello in serie A sono assolutamente piu’ alte …. poi oh, Zaniolo (senza andare a scomodare nomi altisonanti) in prima squadra ci sta’ alla grande, ma vedendolo giocare e paragonandolo a quanto visto con Parigini ad esempio la differenza c’e’ !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. PrivilegioGranata - 4 settimane fa

    In bocca alla Lupa, Petrachi… e occhio, che morde.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 4 settimane fa

      Stavo per scriverlo, battute a parte a Roma è più difficile, riflettori, piazza calda, una polveriera, oggi come non mai con l’addio di Ranieri, Totti, De Rossi.
      Non è manco più una vera Roma a dire il vero, tirando via quei tre personaggi ‘storici’

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy