La probabile formazione del Torino: Longo ritrova Izzo e Verdi

Verso il match / Longo verso la conferma del 3-4-3: rientrano Izzo e Verdi, assenti a San Siro contro il Milan. Baselli partirà invece dalla panchina

di Nicolò Muggianu

Gara delicatissima per il Torino che, domani all’Olimpico Grande Torino alle ore 15.00, affronterà il Parma di D’Aversa. Obiettivo portare a casa qualche punto per la squadra di Moreno Longo, che dopo sei sconfitte consecutive tra campionato e Coppa Italia vuole tornare a muovere la classifica.

Pochi i dubbi di formazione per il tecnico di Grugliasco, che dovrebbe riconfermare il 3-4-3. Due sole novità rispetto all’undici visto una settimana fa a San Siro contro il Milan: i ritorni di Izzo e Verdi, tornati a disposizione del tecnico dopo le rispettive assenze per squalifica e problemi di salute. Per il resto, Longo dovrebbe confermare la formazione di lunedì scorso: con Sirigu in porta, Nkoulou e Lyanco a completare il terzetto difensivo con Izzo. A centrocampo Baselli partirà ancora dalla panchina, al suo posto Lukic. In attacco Verdi e Berenguer alle spalle di Belotti.

DI SEGUITO LA PROBABILE FORMAZIONE DEL TORO:

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Lyanco; De Silvestri, Lukic, Rincon, Ansaldi; Verdi, Berenguer; Belotti. All.: Longo.

22 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. lello - 8 mesi fa

    4312
    Sirigu
    Izzo LYanco Nkoulu Bremer
    Ansaldi Rinkon Lukic (Baselli)
    Verdi
    Belotti Zaza
    Forza ragazzi, Forza Longo, Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. subcomandante - 8 mesi fa

    Zaza quelle poche volte che ha giocato ha fatto cagare. Verdi quelle tante volte che ha giocato ha fatto cagare. Per un discorso di statistica farei giocare Zaza..che almeno pareggi le volte del cagare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. leggendagranata - 8 mesi fa

      Troppi pregiudizi nei confronti di Zaza: non è un genio, ma neppure una schiappa. E’ stato tolto dalla formazione da quel genio di Mazzarri dopo due buonissime prove contro Verona e Fiorentina, evidentemente lo dimentichi, così come dimentichi altre buone prestazioni in coppia con Belotti (ad esempio la vittoria casalinga col Milan). E poi non tiriamo mai in porta e due arieti almeno servono per dare più peso al nostro attacco. Anche un asino lo capirebbe. Non mi pare che Verdi abbia dato buona prova di sè (nemmeno nella partita contro la Sampdoria in cui ha fatto l’ unico gol di questa stagione). Eppure molti a giustificarlo, perdonarlo ,invocarlo. Assurdo. Il Toro si schieri con quattro difensori, quattro centrocampisti e due punte e cerchi di vendere cara la pelle col Parma.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. subcomandante - 8 mesi fa

        Ma guarda che voglio giochi lui.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. toro52anni - 8 mesi fa

    Metti ste benedette 2 punte, caz………
    Voglia Zaza e il Gallo subito con Baselli lukic Rincon in mezzo.
    Sei coperto e hai 2 arieti davanti.
    Cappero ….non ci vuole la scienza.
    Verdi e Berenguer a partita in corso se serve, abbiamo bisogno di sostanza,loro 2 perdono troppi palloni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. danygranata - 8 mesi fa

      Sono perfettamente d’accordo…..in due siamo scarsi a centrocampo….
      e Zaza deve giocare con Belotti!!
      A cosa e’ servito cambiare allenatore e poi vedere sempre la stessa formazione??
      Ci va una terapia d’urto….un cambiamento radicale….anche se con questa rosa non si puo’fare miracoli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. lucapecc_908 - 8 mesi fa

    Nin possiamo giocare con due frilli come Verdi e Berenguer, questi qui menano, rubano palla e ci fanno il culo in contropiede.
    Prenderemo il solito gol del belino con palla persa in attacco in un contrasto da Verdi o Berenguer e squadra sbilanciata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. byfolko - 8 mesi fa

    Izzo sono 6 mesi che mentalmente gioca per un’altra squadra, Verdi…beh Verdi è quello che è. E non migliorerà. Dobbiamo essere felici del loro rientro? La risposta è si’, perchè altrimenti non ci sarebbe il numero legale di calciatori (se cosi’ si possono chiamare) convocati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. scifo66 - 8 mesi fa

    Emilianozapata sono d’accordo con te, ma Meite come altri giocatori della rosa sono nettamente al di sotto del rendimento che hanno avuto la scorsa stagione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byfolko - 8 mesi fa

      Meitè assomiglia a Sadiq con i capelli lunghi. Anzi, secondo me è proprio lui, l’hanno fatto uscire dalla porta principale ed entrare dal retro. Nel frattempo gli sono cresciuti i capelli. Nel frattempo Cairinho paga un solo ingaggio! Idolooo !!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. scifo66 - 8 mesi fa

    Domani sarà importante anche azzeccare i cambi a secondo di come si incanalare la partita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. scifo66 - 8 mesi fa

    Baselli non ha ancora nelle gambe novanta minuti, Meite è assolutamente fuori condizione sia mentalmente sia atleticamente; gli unici centrocampisti che possiamo schierare sono Rincon e Lukic al momento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Emilianozapata - 8 mesi fa

      Meite’ è fuori condizione da molto mesi. Che cosa gli è successo? Perché i casi sono due: o è un non giocatore di calcio o vive da non giocatore di calcio…
      Davvero non capisco perché certi personaggi arrivino sempre sa noi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. byfolko - 8 mesi fa

        Entrambi. E’ scarso in compenso non si impegna, vedi te che bel giocatorino che abbiamo. Un tombino gioca meglio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. rb27 - 8 mesi fa

    Per me ci vuole più equilibrio in difesa con le ali che alimentano in modo costante l’attacco:

    ———– Sirigu ———–

    Singo—-Izzo–Nkoulou–Lyanco

    Bereng.-Baselli-Rincon-Ansaldi

    ——Millico—————–

    ————–Belotti———

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 8 mesi fa

      Millico nn é convocato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 8 mesi fa

        Ha la lombalgia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Madama_granata - 8 mesi fa

    Ma Baselli non è ancora “pronto”?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antoniogranata76 - 8 mesi fa

      Io speravo di vederlo dall’inizio insieme a Rincon e Lukic in un centrocampo a tre (secondo me ci da più equilibrio)al posto di uno tra Verdi e Berenguer, oppure avrei schierato Zaza al fianco de Gallo dall’inizio, evidentemente Baselli non è ancora pronto e comunque al di là di tutto per domani conta solo fare punti, anche un pareggio così da interrompere la serie di sconfitte

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Michele Nicastri - 8 mesi fa

    Speriamo che l’undici iniziale non sia questo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Granatissimo1973 - 8 mesi fa

    Capito? Longo ritrova Verdi e Izzo, uff….meno male, tiriamo tutti un sospirone di sollievo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. leggendagranata - 8 mesi fa

    Errare è umano, perseverare diabolico…Speriamo che Longo abbia riflettuto bene su quello che fa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy