Lazio-Torino, Inzaghi e Mazzarri: i due volti della difesa a tre

Lazio-Torino, Inzaghi e Mazzarri: i due volti della difesa a tre

A confronto / I due tecnici si sono incrociati tre volte con tre risultati diversi: e questa partita dirà molto sul futuro delle due squadre

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Torino e Lazio si preparano ad affrontarsi in questo turno infrasettimanale molto caldo e a tratti anche decisivo per il futuro prossimo del Torino. Le due squadre arrivano alla partita con due umori totalmente differenti, ma entrambe si giocano un turno cruciale in questo girone di andata. Ad affrontarsi ci saranno anche i due allenatori, Simone Inzaghi e Walter Mazzarri, che si sfideranno per la quarta volta nella loro carriera.

TURIN, ITALY – SEPTEMBER 16: Torino FC head coach Walter Mazzari shows his dejection during the Serie A match between Torino FC and US Lecce at Stadio Olimpico di Torino on September 16, 2019 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

PASSATO – I due allenatori infatti si sono sfidati soltanto tre volte nel corso della loro carriera. La prima sfida risale al 29 aprile dello scorso anno, quando i biancocelesti si imposero allo stadio Olimpico Grande Torino per 0-1 grazie al gol di Milinkovic-Savic. In seguito, nei successivi due incontri, per Mazzarri sono arrivati un pareggio a Roma (1-1) e infine la vittoria nell’ultima partita della scorsa stagione per 3-1, in una partita in cui andarono a segno Falque, Lukic e De Silvestri. Per questo motivo regna il perfetto equilibrio, che necessariamente sarà interrotto nella prossima occasione.

PERIODO – Il modo in cui arrivano i due allenatori alla partita è senza dubbio molto diverso. Inzaghi arriva da un periodo di imbattibilità che dura da quattro giornate e, in più, nelle ultime due è riuscito a strappare i punti al 90′. Addirittura, contro un’ottima Atalanta, ha rimontato tre gol di svantaggio (anche grazie a due rigori). Mazzarri arriva al match contro la Lazio con l’acqua un po’ alla gola: una sola vittoria nelle ultime sette partite, nelle ultime due sono arrivate una sconfitta contro l’Udinese e un pareggio contro il Cagliari. Tra i due si terrà un duello tattico interessante: due modi quasi opposti di intendere la difesa a tre. Da una parte Inzaghi, con un 3-4-3 folto di giocatori offensivi (Milinkovic-Savic, Luis Alberto, Immobile e Correa) dall’altra Mazzarri che ha nella fisicità e nella fase difensiva i suoi fiori all’occhiello. Due modi opposti di interpretare un modulo simile, e chissà che la partita di Roma non riservi sorprese anche da questo punto di vista.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 9 mesi fa

    Ma lo sapevate che Gennaro Gattuso e’ stato spesso visto allo stadio per guardare il toro?

    Non mi convince moltissimo come allenatore (a parte il cuore e la grinta), ma pare sia lui il candidato numero uno alla successione… Se WM fallira’ le prossime due partite.. Sara’ vero?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Russcumelsang - 9 mesi fa

      Non sapevo di Gattuso, in merito al quale condivido completamente il tuo pensiero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy