Le tre sentenze di Cagliari-Torino 4-2: una reazione c’è stata, Ansaldi essenziale

Le tre sentenze di Cagliari-Torino 4-2: una reazione c’è stata, Ansaldi essenziale

Sentenze / Ansaldi, rientrato dopo il problema al polpaccio, ha fatto vedere quanto sia fondamentale per la squadra di Longo

di Luca Sardo

TRE SENTENZE

CAGLIARI, ITALY – JUNE 27: Nahitan Nandez of Cagliari in action with Alejandro Berenguer of Torino during the Serie A match between Cagliari Calcio and Torino FC at Sardegna Arena on June 27, 2020 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Il Torino è uscito sconfitto dalla Sardegna Arena: a Cagliari nel match di sabato i granata non sono riusciti a mantenere la striscia positiva di risultati utili al rientro dopo la sosta per il coronavirus. Contro i rossoblu di Zenga, i ragazzi di Longo sono stati sconfitti per 4-2: a nulla sono serviti i gol di Bremer e Belotti per un tentativo di rimonta che si è arenato presto. Ecco le tre verità che il match ci ha lasciato.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Innav (CAIRO VATTENE) - 2 settimane fa

    Che strano! Io pensavo che a calcio bastasse correre. Cosi’ ci aveva insegnato la manona di vuolter.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alex70 - 2 settimane fa

    Il Gallo segna se riceve palle buone , abbiamo giocato 15 buoni minuti quando abbiamo servito le punte e creato azioni con maggiore gioco, abbiamo bisogno della qualita’ di Ansaldi ma anche di Millico e se quel pirla di Verdi si sveglia a fare alcune giocate.
    Berenguer ogni tanto ha dei lampi. Abbiamo troppi mediani dai piedi di merda al centrocampo
    la difesa ha giocato un po meglio , Bremer in gran miglioramento , difende e segna. Izzo non capisco il suo calo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. marinelli70 - 2 settimane fa

    La vera sentenza di Cagliari – Torino? Che per giocare bene e per vincere le partite, servono i centrocampisti forti.
    Gol come quelli di Nandez e Naingolaan (apparsi naturali) noi non li vediamo mai, a parte qualche rara eccezione di Baselli, idem per giocate “di prima” o lanci illuminanti.
    Noi, con i nostri medianacci, facciamo fatica a creare, dobbiamo sperare nel golletto del Gallo e dobbiamo ringraziare la buona difesa se non siamo messi peggio in classifica.
    Tutto qui. Manca la qualità. Ansaldi è un rientro fondamentale in questo senso e speriamo che Verdi (quello che avrebbe dovuto essere il fiore all’occhiello) si svegli e cominci a dare qualcosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. scifo66 - 2 settimane fa

      D’accordissimo con te Marinelli, aggiungo che i centrocampisti buoni sapendo scegliere non costerebbero troppo. Se noti il centrocampo è il reparto in cui si è investito di meno e anche male. Meite è stato scambiato com Barreca, Lukic 1 milione, Baselli circa 5 e Rincon mi sembra 7 milioni ( alla gobba per giunta) . Se pensiamo che Verdi è costato 25 e Zaza 16 bisogna riflettere….

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy