Torino, Burdisso titolare e Lyanco in panchina? Miha ci pensa eccome

Focus On / L’argentino sembra in vantaggio sul brasiliano in vista della partita con il Chievo: Miha orientato a confermare gli undici di San Siro

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Una prestazione come quella firmata da Nicolas Burdisso a San Siro contro l’Inter non può passare inosservata, e allora l’esperto argentino può veramente essere confermato titolare contro il Chievo; guarda un po’, a scapito di un Lyanco che è sì reduce da un infortunio, ma che è comunque tornato in condizione, come ha dimostrato l’amichevole di settimana scorsa con il Chieri. Mihajlovic ci sta pensando seriamente: pur ruotando tutti i difensori negli allenamenti di questi giorni, l’argentino è ultimamente spesso provato con i titolari. Al fianco di N’Koulou, inamovibile sul centro-destra, potrebbe quindi essere Burdisso il prescelto per giocare contro il Chievo.

Lyanco

Lyanco è l’astro nascente frenato da un infortunio alla caviglia sul più bello, Burdisso il veterano che ha ancora voglia di rendersi protagonista. Il brasiliano e l’argentino danno vita a un duello tutto sudamericano per una sola maglia, quella del difensore sul centro-sinistra, senza dimenticare il signor Emiliano Moretti che sa sempre come farsi trovare pronto. Già negli scorsi giorni, su queste pagine, avevamo segnalato che la concorrenza al momento c’è eccome, nonostante sia il brasiliano il titolare designato del Toro di oggi e di domani. Il classe 1997 ha fatto parte dei convocati per la gara contro l’Inter, ma Mihajlovic ha preferito preservarlo per non rischiare ricadute, lanciando proprio Burdisso per l’esordio in granata nel suo ex stadio.

La sua prova è stata maiuscola, e per il principio della meritocrazia – fondamentale per un tecnico, quando c’è da gestire un gruppo di quasi 30 giocatori – si può tranquillamente comprendere il fatto che Miha abbia la mezza idea di confermare Burdisso titolare, così come quasi tutti gli uomini che hanno composto la formazione titolare di San Siro. Mancano due giorni a Torino-Chievo, gara d’importanza strategica per la stagione dei granata; due allenamenti che saranno decisivi per sciogliere gli ultimi dubbi. Ma Burdisso titolare a scapito di Lyanco è più di un’ipotesi.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. renato - 3 anni fa

    Condivido Wally. Nessuno nega che Burdisso a Milano abbia fatto una prestazione ottima, ma se i nostri giovani continuiamo a tenerli sempre in panchina saremo sempre allo stesso punto. Capisco che un Lyanco possa essere più “rischioso” di un Burdisso in quanto ad esperienza, ma nella vita ogni tanto bisogna anche saper rischiare se si vuole progredire. E questo vale in tutti i campi e per tutti i giovani, i vari Edera, Bonifazi, De Luca, ecc. Certamente non rischio contro il Real Madrid ma forse contro il Chievo (con tutto il rispetto, naturalmente, mai snobbare un avversario) si potrebbe ragionare in un modo leggermente diverso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. wally - 3 anni fa

    Burdisso è certamente un ottimo giocatore, un gran professionista..è integro e ha molta esperienza.. però mi piacerebbe vedere crescere un giovane come Lyanco vedendolo giocare..
    Si vuole preservare il giovane brasiliano per paura di ricadute ma…non mi pare sia stato fatto lo stesso ragionamento per Belotti buttandolo dentro in fretta e furia..e se avesse avuto lui una ricaduta?..sai che casino..
    non riesco a capire queste disparità di decisioni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio sala 68 - 3 anni fa

      Belotti non ha ricambi, in difesa centrale adesso siamo in abbondanza, giusto tenerli sulla corda.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dbGranata - 3 anni fa

    Ragazzi la concorrenza è tutto in una squadra. Ci troveremo altre volte a fare più partite in settimana, o comunque abbiamo un filotto di partite belle toste da affrontare. Credo che avere 2 centrali da far giocare alternativamente sia la cosa migliore che ci possa capitare. Lyanco appena gioca avrà la bava alla bocca e saprà farsi trovare pronto, Burdisso darà quell’esperienza invece utile a tenere alta la concentrazione. E’ ottimo e, anzi, tenete conto che se N’Koulou avesse bisogno di riposo (o fosse squalificato) avremmo due centrali, Lyanco e Burdisso, capaci di sostituirlo e giocare insieme. Senza contare che spero che in qualche partita delle meno tese veda il campo anche Bonifazi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 3 anni fa

    Direi che aspettare di recuperare Lyanco al 100% ci sta, ci sta pure riconfermare la formazione contro l’Inter che ha fatto benissimo.

    NON credo che voglia dire bruciare Lyanco, semplicemente gioca chi e’ piu’ in forma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. tric - 3 anni fa

    I giovani vanno fatti giocare. Gli ultratrentacinquenni, pur bravi, devono fare le riserve e devono essere felici di farlo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Wallandbauf - 3 anni fa

    Altro giovane che rischia d’essere bruciato sull’altare dell’inadeguatezza del nostro mister

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy