Torino, Lyanco da giocatore in uscita a titolare: tante responsabilità nella sconfitta

Focus / I dati evidenziano quanto il brasiliano sia stato il difensore a effettuare più passaggi, ma allo stesso tempo è quello che ha sbagliato di più

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Sporting Lisbona e Bologna in estate hanno cercato Lyanco, ma non è mai stato trovato l’accordo economico. I felsinei fino all’ultimo giorno di mercato, ma il Torino fece muro. Terminato ufficialmente il calciomercato, Giampaolo ha mandato subito in campo da titolare il difensore brasiliano preferendolo al connazionale Bremer (uno dei migliori in casa granata da mesi ormai). Una mossa che sicuramente non ha pagato.

TURIN, ITALY – JULY 29: Vojnovic Lyanco (L) of Torino FC competes with Henrikh Mkhitaryan of AS Roma during the Serie A match between Torino FC and AS Roma at Stadio Olimpico di Torino on July 29, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

LEGGI ANCHE: Rampanti: “Torino, fare a meno di Singo mi sembra autolesionismo puro”

NUMERI  – La scelta potrebbe essere figlia del modo di intendere il ruolo dei due brasiliani. Lyanco ha una predisposizione al palleggio e al far ripartire l’azione maggiore rispetto a Bremer. Caratteristica fondamentale nel sistema di gioco di Giampaolo. I dati di fine partita danno ragione a ciò. Rispetto a Nkoulou, Lyanco ha effettuato più passaggi (80 contro 72) e più lanci positivi (10 contro 1). Fanno da contraltare gli errori tecnici: 8 palloni persi e 3 passaggi sbagliati, mentre Nkoulou ha numeri inferiori (2 palle perse e 2 passaggi che non hanno raggiunto il destinatario). Chiaro che più rischi si prendono più c’è la possibilità di sbagliare ed è sicuramente encomiabile la voglia di Lyanco di provare a giocare la palla sempre, un aspetto che sicuramente piacerà a Giampaolo.

TURIN, ITALY – JULY 22: Vojnovic Lyanco (R) of Torino FC competes with Fabio Borini of Hellas Verona during the Serie A match between Torino FC and Hellas Verona at Stadio Olimpico di Torino on July 22, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

LEGGI ANCHE: Le tre sentenze di Torino-Cagliari 2-3: eppure gli approcci iniziali sono positivi…

MENTALE – Ciò che non dicono i numeri, ma che si può sapere soltanto guardando la partita sono gli errori chiave. Lyanco ha responsabilità sia sul pari di Joao Pedro sia sul momentaneo 2-1 di Simeone. Nella prima occasione non fa niente per impedire a Joao Pedro di segnare, guardando il connazionale del Cagliari depositare la palla in rete. Nel secondo caso l’errore è più grossolano. Nandez mette in mezzo un cross lento e facile da leggere, Lyanco tenta una scivolata (brutta stilisticamente) per intercettare, ma sembra peccare di convinzione e la palla così arriva comodamente a Simeone che fa 2-1. L’unica giustificazione che si può dare al brasiliano per la brutta giornata è proprio la prima cosa che si è scritto. In estate era dato per sicuro partente, mentre ora si ritrova a giocare da titolare per una squadra che lo avrebbe fatto partire volentieri. Mentalmente deve aver patito probabilmente quel periodo e ora ne paga le conseguenze. Giampaolo, lanciandolo dal primo contro il Cagliari, ha dimostrato di credere in lui. Ora tocca a Lyanco rialzarsi e ripagare la fiducia del tecnico.

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Bastone e Carota - 1 mese fa

    Dentro Bremer, fuori Lyanco e N’Koulou e giochiamocela con Buongiorno, verde quanto vogliamo, ma che ha voglia, testa e qualità. Per vedere le belle statuine dormire in difesa, tanto vale dare spazio ai giovani.
    E lo stesso vale per Ananas_Meité, Seghino_Verdi, ecc.
    Spazio ai giovani, Vojvoda, Singo, Segre, Lukic, Gojak. Peggio dei brocchi che si aggirano per il campo attualmente è difficile fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

      Quoto. Ma non succederà, mettiamoci il cuore in pace.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ALELUX777 - 1 mese fa

    Bremen in panchina, considerate le ottime prestazioni e la costante crescita, non dovrebbe avere alcun motivo tecnico. Io ho pensato a un qualche problemino fisico ma nessuno ne ha parlato e quindi qualcosa non torna.
    Il fatto che Lyanco sia un po’ più palleggiatore di Bremen non dovrebbe essere sufficiente per far sedere in panchina il difensore piu in crescita che abbiamo.
    Qualcosa non torna. O meglio i conti vanno fatti tornare e Lyanco, come già è stato ipotizzato, il campo lo deve vedere per mantenere la sua quotazione di mercato.
    A questo punto, dato che è realmente un buon palleggiatore perché non provarlo da play basso dove peraltro in Brasile ha già giocato altre volte. Bremen è riuscito a tener testa a Zapata credo che meriti di giocare titolare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 1 mese fa

      …lyanco regista un tentativo lo farei!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 - 1 mese fa

      …i musicanti di Bremen

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. FuriaGRANATA - 1 mese fa

    Io la colpa la darei inanzitutto alla società quasi inesistente con il suo presiniente.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. eurotoro - 1 mese fa

    io invece non capisco..se lasci fuori bremer che era il piu in forma di tutti allora metti dall’inizio anche segre ansaldi murru gojak al posto dei nazionali affaticati no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. michelebrillada@gmail.com - 1 mese fa

    e deelle tre palle golo del cagliari sventate da lianlo non si parla in fin dei conti è il suo lavoro ma sui gol nkulu dalle due marce (piano e fermo )dove era?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Messere Granata - 1 mese fa

    Giampaolo, prima della partita, farà sempre delle scelte che per lui saranno corrette e coerenti con lo stato psicofisico dei giocatori valutati in allenamento. Tanto, a fine partita, arriveranno sempre gli “espertoni” a dire quelle che erano sbagliate. A fine partita diventiamo tutti grandi allenatori. E vai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 1 mese fa

      Abbiamo già visto di che pasta è fatto Lyanco.
      Se proprio vuoi recuperarlo (sempre che ci sia spazio) xké non sei riuscito a sbarazzartene fallo in una partita alla sua portata.
      A mio avviso è stato di gran lunga il peggiore in campo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. michelebrillada@gmail.com - 1 mese fa

        sicuramente non peggio di meite di rodriguez di rincon di linetti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 1 mese fa

          Forse giusto belli capelli Meite si avvicina alla pessima prestazione di Lyanco.
          Gli altri, a mio avviso, gli sono stati superiori

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Messere Granata - 1 mese fa

        Se Giampaolo avesse previsto la cappella di Sirigu, avrebbe messo Uijkani. Dopo è facile per tutti. Mannaggia. Forse Giampaolo è un bravo allenatore. Ma come “Mago” non vale nulla.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 1 mese fa

          Si era già visto dalle sue altre brillanti prestazioni di chi stiamo parlando. Nn c’era bisogno di attendere domenica x poi piangere di averlo rivisto in campo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Paul67 - 1 mese fa

    É stata comunque una sconfitta della squadra intera, in tutto saranno stati si è no 20 i minuti dove si è visto qualcosa di buono, troppo poco per portare a casa punti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. granata63 - 1 mese fa

    Esprimere giudizi su lyanco e Giampaolo adesso è come spararare sulla croce Rossa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Kieft - 1 mese fa

    A me non è sembrata così illogica ….Lyanco non è stato come bremer imbambolato con il pallone tra i piedi senza saperne cosa fare ….adesso sembra che tutti vogliano attribuire la responsabilità del secondo goal solo unicamente a Lyanco perché non è arrivato a intercettare quel pallone dimenticandosi di chi non è riuscito a impedire che quello fosse messo in mezzo all’area di rigore e dimenticandosi che Lyanco subito prima ne aveva impedito un altro di goal …di bremer mi piace la sua atleticita’ e la sua concentrazione e la sua pericolosità in attacco ma con il pallone tra i piedi Lyanco è meglio …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. granata59 - 1 mese fa

    Personalmente ritengo che questo giocatore sia da tribuna , andava ceduto anche rimettendoci soldi , in granata ha fatto più’ infermeria che presenze mentre a Bologna mai un raffreddore (?!).
    Non ci serve e macchinoso lento e parliamoci chiaro non ha voglia di stare qui come altri e questo sarà un dramma che ci porterà dove già tutti sappiamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. granatadellabassa - 1 mese fa

    Vista dal di fuori la scelta di preferire Lyanco a Bremer è stata del tutto illogica. Giampaolo ha detto di aver lavorato sui difensori centrali dato che nessuno di loro è stato convocato in Nazionale. Si vede che Lyanco ha dato migliori risposte a livello tattico: i sei mesi nella difesa a 4 del Bologna dell’altro anno lo avranno di certo aiutato. O forse Bremer ha avuto qualche problemino fisico di cui non abbiamo avuto notizie.
    Diversamente la cosa non si spiega.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. michelebrillada@gmail.com - 1 mese fa

      chi dei tre doveva stare fuori è nkulu e non lianko

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy