Torino, parla Bava: “La mancata conferma come ds? Ci può stare, annata fallimentare”

Le voci / L’ormai ex ds granata ha parlato ai microfoni dell’AIAC di Torino facendo ampio riferimento alla sua stagione da Direttore Sportivo in Serie A

di Redazione Toro News

Massimo Bava parla per la prima volta da quando non è più direttore sportivo del Torino. Lo fa in una diretta Facebook con l’Aiac Torino, commentando con serenità e pacatezza il ritorno nel ruolo di responsabile del settore giovanile dopo un anno in prima squadra. “Quest’anno, ahimè, la stagione come direttore sportivo di Serie A è stata fallimentare, perchè purtroppo non ci sono stati risultati positivi. Sono cose che nell’arco del tempo ci possono stare. Ma ho fatto vent’anni di onorata carriera partendo dall’Eccellenza. Nel 1998-99 vincevo il campionato di Eccellenza col Volpiano, poi ho fatto tutte le categorie: Serie D, C2 con Canavese e Cuneo. Infine le giovanili con il Torino”.

TAPPETappa dopo tappa, Bava ha ripercorso il proprio curriculum, di cui ha raccolto i frutti più dolci sotto la Mole, come responsabile del settore giovanile. Sotto la sua dirigenza la Primavera granata ha conquistato infatti un campionato, una Coppa Italia e due Supercoppe. Infine, nel 2019, la promozione come direttore sportivo: “Ho fatto 8 anni al Torino, di cui sette anni in un settore giovanile importante, portando insieme ai miei collaboratori ottimi risultati. Per l’ottavo anno sono stato promosso a direttore sportivo di Serie A: anche se è andata male, lo ritengo un traguardo bellissimo, un premio alla carriera, che non mi aspettavo. Qualcosa che mi ha riempito di gioia, tanta quanta la delusione di quest’anno, ma le emozioni vanno gestite”.

Vagnati e l’idea sul Toro: “Il vero valore della rosa non si è ancora visto”

PRIMA SQUADRABava fa tesoro di tutte le esperienze fatte e, guardando al passato, il bilancio personale non può che essere positivo: “In questi 20 anni ho avuto la fortuna di conoscere tante persone, di essere apprezzato. È stato per me motivo di orgoglio vedere tanti giocatori che ho avuto da giovani magari nel Volpiano, nel Rivoli, nel Canavese, che sono cresciuti e che adesso mi chiamano, giocano in Serie A, Serie B, Serie C. Durante l’amichevole che con il Toro abbiamo fatto contro l’Alessandria a marzo ho abbracciato Di Quinzio: in molti non se lo ricordano, ma lo presi a Cuneo con Ezio Rossi quando giocava nella Primavera dell’Albinoleffe. Ha fatto un ottimo percorso arrivando anche in B”. L’attuale responsabile del settore giovanile del Torino parla così del lavoro fatto in questa stagione: “Ora è un momento che va così, quest’anno in A mi sono anche girate storte alcune cose, però quando mi volto indietro e faccio mente locale mi rendo conto che è stato fatto un ottimo percorso. Quest’anno poi abbiamo fatto un grande lavoro di scouting, esaminando circa 2500 giocatori tra Europa e Sudamerica. Esco dalla delusione della non conferma in Serie A ricco comunque di un bagaglio di scouting e di analisi dettagliata sul mercato internazionale e italiano”.

24 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. christian85 - 5 mesi fa

    Annata fallimentare lo e’ comunque a prescindere, anche dovessimo salvarci per miracolo.
    Non potremo mai sapere la verita’ di quello che e’ successo dopo Petrachi e il caso N’Koulou che ha destabilizzato l’ambiente e lo spogliatoio.

    Sono state fatte troppe sconfitte in modo strano e abbastanza anormale per una squadra che comunque l’anno prima aveva conquistato la bellezza di 63 punti sul campo, avendo definito un’identita’ ben precisa.

    Allora : parto dal presupposto che simpatia o no, Mazzarri da allenatore ha sempre dimostrato i risultati ( il suo cv parla chiaro ), noi ci eravamo innamorati di Sinisa, che reincarnava lo spirito Toro, ma abbiamo visto che purtroppo in 2 anni non era riuscito a convincere. Mazzarri in 2 anni ( mezzo anno + anno intero + altro mezzo anno ) ha fatto vedere in un anno mezzo che il percorso di crescita ci poteva essere, poi a giugno Petrachi litiga con Cairo e mette zizzania nelle orecchie dei calciatori.

    Ora, se riguardo attentamente le varie partite di quest’anno, rifletto un secondo e mi chiedo CHE COSA aveva portato la squadra a diventare all’improvviso cosi scarsa.

    Ci sono 2 episodi strani che ancora ora non riesco a collegare : dopo la vittoriosa e fortunosa vittoria a Genova, i giocatori vengono comunque contestati ( probabilmente perche’ la stagione era gia’ abbastanza compromessa per le troppe sconfitte precedenti ), e la conseguente vittoria contro la Fiorentina.
    Poi succede l’incredibile rimonta dell’Hellas da 0-3 a 3-3 ( quella e’ la goccia che inizia a far troboccare il vaso ) e la sconfitta incolore contro la Spal che mette di fatto il pessimo umore a Natale, poi sembra che il 2020 porti la rinascita con la vittoria sulla Roma che sembra essere l’icona di una partita dove pare che il Toro sembra guarito con la conseguente vittoria contro un Bologna agguerrito.
    Poi, dal Sassuolo inizia l’incubo che nessuno mai avrebbe immaginato.

    IL Toro perde vergognosamente in casa 0-7 contro l’Atalanta, ma in settimana in coppa Italia, il Toro sfiora l’impresa di passare in semifinale contro la JUve, dando filo da torcere al Milan, perdendo solo ai supplementari ma soprattutto grazie ad un intervento tempestivo di Kjaer sul tiro micidiale di Milicco, che altrimenti sarebbe stato un gol sicuro.

    Poi si va’ a Lecce e il Toro perde la faccia con il 4-0 incassato…..

    ANALISI : ma siamo sicuri che tutto cio’ era contro Mazzarri ?
    Se una squadra rema contro un allenatore non alterna partite tra convinzione e leggerezze.

    Non puoi vincere con Genoa e Fiorentina poi andare in vantaggio 3-0 a Verona e subire 3 gol in quel modo, non puoi perdere in quel modo 0-7 in casa e poi quasi vincere a S.Siro con Milan e di nuovo giocare da schifo e prendere 4 pere dal Lecce.

    C’e’ da analizzare e riflettere.. ma l’abbraccio tra Ansaldi e Mazzarri contro l’Hellas aveva pienamente dimostrato che la squadra era con il tecnico.

    La verita’ e’ un’altra, erano tutti contro la societa’ ( con Cairo in primis ) e hanno voluto combinare queste pagliacciate per fargliela pagare.

    Vi ripeto, non diventa all’improvviso scarsa una squadra assemblata con un allenatore che ripeto ( piaccia o meno, simpatico o non simpatico ) era preparato.

    Belotti e Sirigu principali rappresentanti della squadra hanno sbagliato con i tifosi e per quel che mi riguarda, prima ancora di N’Koulou, andrebbero venduti proprio loro 2.
    Riflettete e pensateci……….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MimmoBG - 5 mesi fa

      Come è possibile passare dallo 0-7 alla quasi semifinale di coppa Italia e poi ripiombare verso il basso con il 4-0 di Lecce? Semplice x passare in semifinale di coppa Italia ci sono i premi in danaro…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. sigfabry - 5 mesi fa

    Caro Scifo, proprio perchè è un comunicatore di mestiere ha evitato,giustamente, di menzionare Bava .
    Sarebbe stato comunque negativo per tutte le parti in causa , per Bava per lo stesso presidente, per il nuovo Ds e per la squadra.
    Io personalmente stimo Bava, che non è certamente il principale responsabile della brutta stagione fino ad ora disputata , ma proprio questo inaspettato cattivo rendimento ha messo in risalto le sue lacune , dovute soprattutto alla poca esperienza ai massimi livelli.
    Oggettivamente l’occasione che Cairo ha dato a Bava è stata enorme, lui ha fatto tirocinio da Ds , perchè nella realtà chi ha deciso tutto da dicembre 2018 è stato Mazzarri , e col senno di poi è stato uno sbaglio, ma ti ricordi che girone di ritorno ha fatto??
    Lui ha creduto di poter diventare Ferguson e Cairo pure lo ha reputato in grado .
    Al punto tale da avallare tutte le sue richieste,riscattando, comprando e non vendendo alcun giocatore e in vari avevano un ottimo mercato visto il finale di stagione da record e come ciliegina ha rinnovato aumentando gli ingaggi ai presunti big.
    Mai Cairo aveva fatto il presidente bene come quest’anno e proprio questa stagione che segue l’anno con il nostro record nel campionato con i 3 punti , dei presunti tifosi del Toro a volto coperto assaltano il pullman della squadra di ritorno da una vittoria fuori casa , minacciando e tirando delle bombe carta. 14^ giornata gir. andata , metà classifica.
    Tanto incazzati allora , ma ora dopo 7 sconfitte e alcune vergognose si sono calmati, pure questo è strano non trovi?
    Sono tanti i motivi del cattivo rendimento, ma non parlerei di colpevoli , piuttosto di responsabili a vari livelli.
    Potrei elencarti cronologicamente tutta la serie di circostanze, decisioni , avvenimenti o semplici episodi che hanno fatto in modo di portarci nella situazione attuale , ma è una storia troppo lunga, poi non mi pagano e mi tocca pure beccarmi critiche e i non mi piace da Tifosi che rispetto come individui , ma non sopporto come opinionisti, perchè non lo sono.
    Come non lo sono la quasi totalità dei “giornalisti sportivi” che purtroppo si occupano della nostra squadra, e pure questo è un problema enorme che grava sul Toro attuale come mai prima .
    Oggi giornalisti e tifosi ti spiegano della lacuna dirigenziale , dove con un Dir Gen di spessore il Toro si che sarebbe una società seria. E che il vuoto lasciato da Petrachi bla bla bla ( nelle prime due stagioni al Toro il dottore in macelleria Petrachi non centrò la promozione e nel suo primo mandato, con un mercato di gennaio senza precedenti portò la rosa del Toro alla cifra record di 47 tesserati!!! Il primo anno in A alla sua quarta stagione ci salvammo con 39 punti totali)
    La società Toro calcio e il Sig Ventura hanno formato e creato Petrachi, non il contrario.
    Basta che mi sto incavolando

    Comunque Sempre Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. scifo66 - 5 mesi fa

    Che Bava sia una persona perbene ed un signore non devo essere certo io a scoprirlo. Mi chiedo piuttosto per quale ragione nella conferenza di presentazione di Vagnati, Cairo non abbia chiarito volutamente la posizione di Bava , tenuto conto che il Presidente di mestiere è innanzitutto un comunicatore…..aiutatemi se mi sono perso o non ho capito qualcosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 5 mesi fa

      Scusa ma ti sbagli. Cairo è un abile venditore. I comunicatori sono altra cosa. I venditori si servono, ovviamente, di comunicazione ma non ne sono necessariamente esperti. Lotito ha la Lazio ma non sa giocare a pallone.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

        Come dice Ormezzano…
        Non bisogna essere degli equini per scrivere di ippica

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. lucapecc_908 - 5 mesi fa

    Chapeau per Bava…niente da dire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Immer - 5 mesi fa

    Non ti preoccupare sei e rimarrai uno di noi. Te non l altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Red - 5 mesi fa

    Grande Massimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Fantomen - 5 mesi fa

    Lui non era adatto ma Cairo non lo ha presentato ne alla squadra ne alla stampa come ha fatto con questo che è arrivato ora …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. maxx72 - 5 mesi fa

    Caspita, invece di tuonare per il trattamento subito parla così? Bava sei proprio una gran persona. Un grande. Punto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

      E la redazione finalmente ha anche pubblicato una fotografia decente e non con un colletto della camicia fuori dalla giacca.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 5 mesi fa

        Hai ragione Fratello, mi sono dimenticato di scriverlo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. bertu62 - 5 mesi fa

    Grazie Bava, FV♥G! SEMPRE!
    Detto questo, non vorrei essere polemico, MA MI TOCCA: scusate, ma DOVE SONO TUONI&FULMINI? DOVE SONO I TONI ACCESI, LE “MALCELATE AMAREZZE” DI CUI S’E’ SCRITTO, QUI ED ALTROVE?
    Questo è quello che capita quando “si inventano” le notizie!
    Questo è quello che capita quando “si spaccia” per VERO una mera supposizione o, peggio ancora, quello che “avremmo fatto noi se fossimo stati al posto di….”…
    Bava è stato “promosso sul campo” dalla Primavera alla Prima squadra perché non si poteva fare altrimenti, la stagione calcistica era già iniziata ed “i giochi” erano già stati fatti, solo Verdi era in trattativa, gestita fra l’altro direttamente da Cairo…Quando parla di “stagione sfortunata” e di “alcune cose che sono girate storte” è probabile che si riferisca all’ammutinamento generale dei giocatori, IMPOSSIBILE che abbiano giocato COSI’ DA SCHIFO quegli stessi di pochi mesi prima, e LI’ non c’entra NULLA né il DS di turno (LUI) né l’allenatore di turno (Mazzarri), c’entra solo la coscienza di ciascun giocatore, le PALLE del Capitano e quelle della Società….
    Bava è probabile che tornerà a svolgere un ottimo lavoro nelle giovanili, a meno che non ritenga di essere pronto a fare un salto magari in una Neo Promossa di A o di B anche se l’esperienza passata potrebbe avergli aperto gli occhi su cosa significhi avere a che fare con uomini (alcuni senza Palle…) invece che ragazzini CHE DOMANI diventeranno uomini…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 5 mesi fa

      Nella tua storiella hai dimenticato un personaggio, un protagonista,
      sarà un caso?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

        È un puro caso coscritto caro….
        Ma fai attenzione o il moderato Bertu se esprimi un parere contrario ti da dell’asino come ha fatto con me.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Mimmo75 - 5 mesi fa

    Sei un signore che ha dimostrato dignità e amore per il Toro. Il tempo è galantuomo e ti darà con gli interessi ciò che un presidente piccolo piccolo ti ha tolto facendosi scudo con la tua grandezza. Grazie Massimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Rimbaud - 5 mesi fa

    Grande Bava, il presidente non ti merita. Avrai sempre la nostra stima e sarai sempre uno di noi.
    Grazie per aver riportato lo scudetto alla Primavera , al tuo pari abbiamo tanta tanta amarezza per non averti nemmeno potuto vedere all’opera. Un signore, nonostante il trattamento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

      Cairo dopo non averlo neppure presentato delegittimandolo da subito…non ha avuto neppure l’educazione di ringraziarlo per il lavoro svolto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Rimbaud - 5 mesi fa

        Davvero poco elegante e non riesco a spiegarmelo in nessun modo, ma non solo, se Bava andasse via con Milanetto, questo enorme di lavoro di scouting pagato dal Toro andrebbe a giovare altri.Contento il presidente..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

          Signori si nasce

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

    Un signore! Presidente Cairo prenda esempio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Nero77 - 5 mesi fa

    Massimo Bava non si discute e non si deve giustificare a nessuno, resta e sarà Sempre Un di Noi.Grazie di Cuore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Paul67 - 5 mesi fa

    Un signore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy