Toro, a quale dato si riferisce Mazzarri? Granata primi in Serie A per efficacia del pressing

Toro, a quale dato si riferisce Mazzarri? Granata primi in Serie A per efficacia del pressing

Focus on / I numeri forniti da Calcio Datato confermano le dichiarazioni di Mazzarri

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Sono dati quantomeno incoraggianti quelli citati nella conferenza stampa di ieri da Walter Mazzarri. “Le nostre statistiche dicono che siamo al primo posto nei dati relativi al pressing” ha dichiarato il tecnico granata, ma a quali dati si riferisce? Il Torino è la squadra con il pressing più intenso (PPDA) della Serie A  davanti a Bologna e Juventus. Secondo quanto riportato da Calcio Datato infatti, è 7.39 il dato del PPDA (passed allowed per defensive action). Una statistica che viene calcolata dividendo i passaggi effettuati dalle squadre avversarie per gli interventi difensivi (tackle, contrasti) effettuati nella stessa zona di campo. Pertanto, più il valore è basso, più il pressing risulta intenso e il Torino ha il valore più basso dell’intera Serie A.

CONDIZIONE – Come facilmente intuibile dall’andamento tutt’altro che positivo dei granata, questo dato non basta da solo ad indicare un rendimento perfetto del reparto difensivo. È indicativo, però, di una condizione fisica che sta tornando su livelli accettabili. È su questo che il Torino dello scorso anno ha costruito le proprie fortune, è l’aggressività, il pressing in avanti che può essere la base della rinascita della squadra di Mazzarri. Per dovere di cronaca, il Torino è anche terzo nel dato del OPPDA, l’intensità del pressing portato dagli avversari: chi gioca contro il Toro lo affronta quasi con la stessa aggressività. 

VARIAZIONE – Che sia ancora troppo poco, lo dimostra il dato sulla variazione del PPDA rispetto allo scorso campionato. I granata portavano sugli avversari un pressing ancora più intenso (7.03). La squadra di Mazzarri non è ancora al livello dello scorso anno e ciò significa che può migliorare ancora, anche sotto questo punto di vista. Intanto, bisognerà dimostrare sul campo, già da stasera contro la Roma, che alla crescita nelle statistiche corrispondano le prestazioni.

29 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Paul67 - 2 settimane fa

    L’ unica statistica che conta è la classifica, il resto è aria fritta, la stessa che ci vende da sempre il PRESINIENTE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

    Zona del campo a cui si riferisce?
    Perché se si fa sempre nella nostra metà campo testimonia solo il nostro difensivismo.
    Perché non viene data la statistica del toro per passaggi fatti e portati a termine?
    Sta statistica sembra un po’ quella delle donne che avrei potuto farmi e non mi sono fatto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. toro - 2 settimane fa

    Appoggio capatazGF al 100%.
    Mazzarri è indifendibile.
    Come allenatore ma di più come persona.
    Cairo ancora di più che gli ha lasciato fare e disfare a suo piacimento.
    Liaijc ne è un esempio.
    Pazzesco che c’è ancora qualcuno che lo difende.
    Contenti voi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Nero77 - 2 settimane fa

    Si vedono i risultati in campo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mimmo75 - 2 settimane fa

    CapatazGF … i calciatori non sono robot programmabili. Un allenatore può dire e ripetere concetti, può far notare errori, può usare bastone e carota ma c’è un limite oltre il quale non può incidere. Questo limite è segnato dalla professionalità, dalla voglia e dalla capacità di concentrazione dei calciatori. Non c’è un software che, se ben usato dall’allenatore, consente ai calciatori di non sbagliare in campo. Sul fatto che Mazzarri e gli allenatori in genere pensino al contratto ti do ragione ma è altrettanto vero che il loro successo personale passa inevitabilmente dai risultati che riescono a ottenere. Quindi il non parlare contro il proprio presidente è qualcosa che va oltre la tutela del proprio ingaggio. O hai la personalità per farlo o non ce l’hai. Mazzarri non ce l’ha. Non l’ha mai avuta. Preferisce chinare il capo e tuffarsi ferocemente nel lavoro per tirare comunque fuori il massimo possibile dal materiale che ha a disposizione e in carriera ci è sempre riuscito, anche all’Inter, nonostante l’esonero ingiusto (il tempo è galantuomo). Sugli insulti al mister sorvolo: ti squalificano senza appello.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CapatazGF - 2 settimane fa

      Hai esattamente detto quanto volevo sentire e cioè che non esiste più alcun dialogo tra allenatore e spogliatoio (e i fatti e i risultati ne sono la prova evidente) e che Mazzarri non possiede un minimo di dignità e di onestà professionale per dimettersi e per rinunciare ad un ingaggio che non merita. Preferisce chinare il capo, leccare la mano del suo padrone e coprire i suoi fallimenti nascondendosi ai Tifosi, inventando scuse mediocri e fingendo professionalità nel suo lavoro, tirando fuori dai giocatori solo confusione, smarrimento e totale mancanza di fiducia nel loro ruolo e nei loro mezzi (vedi Verona).

      Insulti ?
      Assolutamente no, solo aggettivi che lo qualificano per quel che è veramente.

      Inoltre la tua superbia, la tua boria e il tuo giudizio di parte, privo di qualsiasi prova concreta, visti i risultati sin qui ottenuti da questo allenatore incapace, sulla mia persona, mi lascia totalmente indifferente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 2 settimane fa

        Io sarei superbio e borioso. Tu che invece assegni “aggettivi qualificativi” a una persona che non conosci cosa sei? Buona domenica.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. CapatazGF - 2 settimane fa

          Sono due anni che lo conosco per il suo lavoro (altro di lui non mi interessa conoscere) per la sua indole da perdente nato, per la sua mancanza di dignità e di onestà professionale ma, soprattutto, per la sua totale mancanza di prendersi le proprie responsabilità, scaricando su altri le sue colpe.

          Gli aggettivi che lo qualificano gli calzano perfettamente a pennello: e sono stato ancora gentile nei suoi confronti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Granatanero - 2 settimane fa

    Cairo sei il problema

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. marione - 2 settimane fa

    Grandi traguardi. Il re cord dei punti dell’era cairo, la squadra che segna più gol nel 1 tempo, in testa ai falli latarali battuti fischiettando. Dimenticfavo il record delle plusvalenze. Grande cairese

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. CapatazGF - 3 settimane fa

    Scusate, ma a quanti punti in più in classifica corrisponde questo mirabolante primato ?

    Quando non si sa cosa scrivere o cosa dire ci si arrampica sui vetri e si mettono in pista le statistichè più comiche e grottesche per giustificare lo zero assoluto.

    E nella classifica dello zero assoluto Mazzarri è, senza alcun dubbio, il re incontrastato.

    Ridicolo, semplicemnte ridicolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Opi - 2 settimane fa

      Tappeti erbosi,palloni “supertele”scarpe da calcio chiamate “scarpini”e soprattutto colorate,
      Cerchietto fermacapelli, tatuaggi mooolti tatuaggi
      Bordocampisti,bordocampiste( mmhhhh) analisti, procuratori ,commercialisti, daspo ,tessera del tifoso, settore ospiti, paola ferrari ,massimo Ferrero, mino raiola …. può bastare, e vi stupite del fatto che abbiamo l’invidiabile primato di cui sopra?
      Ma qualcuno vuole parlare ancora di calcio?
      In serie a ci sono 20 squadre ,totale 220 giocatori , che diventato 440 minimo considerando chi non è titolare, lo sapete quanti di questi sanno “stoppare” l’attrezzo? O quanti siano capaci dargli il “giro” giusto?
      Sarebbe interessante come statistica… sopratutto stupefacente!!
      Per favore ricominciamo a parlare di football che è meglio! Oppure andiamo al cinema che è sicuramente più divertente che dare retta a ste cazzo dì statistiche

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Antoniogranata76 - 3 settimane fa

    Questo dato non serve a nulla, guardiamo in che posto siamo per tiri in porta, gol su punizione, gol subito,parate del nostro San Sirigu, Mazzarri ormai è in preda alle allucinazioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. toro52anni - 3 settimane fa

    Se i dati sono giusti allora vuol dire che tecnicamente siamo molto scarsi.
    E questo è abbastanza evidente e si vede anche senza numeri.
    Abbiamo un centrocampo quasi da serie B.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Toro71 - 3 settimane fa

    Ma quanto aveva bevuto per dire una cosa del genere????

    MAZZARRI VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. prawn - 3 settimane fa

    Purtroppo siamo indietro su statistiche molto più importanti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Simone - 3 settimane fa

    “La squadra di Mazzarri non è ancora al livello dello scorso anno”.
    (Siamo alla 18esima giornata)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Mimmo75 - 3 settimane fa

    Eh ma Mazzarri è pavido, non lo sapete? E vede il calcio in maniera distorta, non lo sapete? Un Toro aggressivo lo vede solo lui, dai, si sa…. Cancellate subito questo articolo. La matematica E’ un’opinione, non lo sapete?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 3 settimane fa

      La matematica e il calcio si sposano mal volentieri se non nel tabellino dei risultati… e comunque questo dato dimostrerebbe che la squadra, almeno da un punto di vista fisico, sta bene; quindi, visti i risultati sportivi, evidenzierebbe ben altri problemi di natura tattica e psicologica, oltreché tecnica naturalmente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 3 settimane fa

        Il mio intervento è preciso e riguarda le accuse di pavidità al mister: INFONDATE! Chiaro che ci sono problematiche diverse da risolvere o in classifica saremmo molto più in alto. Problematiche figlie di una stagione nata male (ritardi nel ripescaggio che hanno condizionato la preparazione atletica) e proseguita peggio (inerzia di Cairo sul mercato e permanenza forzosa di chi voleva andare via in assenza di un progetto credibile). Mazzarri è più vittima che colpevole ma è chiaro che non è totalmente esente da responsabilità, anche solo quella derivante dal farsi andar bene la situazione che Cairo gli ha scaricato addosso. A fine anno tireremo le somme. Al momento anche la matematica conferma le parole del mister circa l’aggressività del Toro (e questo è un tratto distintivo che vorremmo sempre vedere, giusto?), il dato più alto dell’intera serie A. Il che non vuol mica dire che siamo anche i più efficaci. E qui sta il problema. Perché se è vero che l’atteggiamento in campo lo impone il mister è altrettanto vero che nulla può se poi i calciatori sbagliano la giocata tecnica. Ma io sono sicuro che Mazzarri, ancora una volta, a fine stagione, farà ricredere gli scettici.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. uiltucs.pesar_12159015 - 2 settimane fa

          @mimmo75, Mazzarri ha sostanzialmente 2 grandi colpe:
          1) aver dichiarato che questo gruppo aveva ancora margini di miglioramento;
          2) non rendersi conto del valore del suo centrocampo che è prettamente difensivo.
          E forse ne ha anche una terza (figlia della seconda) quando paragona questa squadra al suo Napoli che però aveva Hamsik e Cavani…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Mimmo75 - 2 settimane fa

            Quando hai molti giocatori sotto i 30 anni i margini di miglioramento sono scontati. Non sono d’accordo che sia questa la colpa del mister nè credo che il nostro centrocampo non sia di valore. Il mister lo ha costruito per il 343 e in questo modulo non serve un metronomo che faccia girare la squadra perchè il gioco passa per le fasce. Ai centrocampisti è chiesto filtro e scarico sulle fasce. Diverso in un 352 dove invece tutto il gioco nasce e passa per vie centrali. Il problema è che troppo spesso assistiamo a errori tecnici e scelte sbagliate da parte dei giocatori. E’ un qualcosa in cui un allenatore può incidere in maniera molto minore rispetto quanto non possa fare con modulo e atteggiamento in campo. Per questo credo che la più grande colpa di Mazzarri sia stata quella di non esser riuscito a imporsi con Cairo innanzitutto sulle tempistiche del mercato. Da qui sono nati gran parte dei problemi della precedente stagione (Soriano e Zaza fine mercato) e soprattutto di quella attuale. Conte qualche settimana fa ha inchiodato la dirigenza dell’Inter alle sue responsabilità, pubblicamente e direttamente, con durezza. Montella ha fatto la stessa cosa dopo la pesante disfatta contro la Roma dicendo in diretta ai microfoni sky “io l’avevo detto alla dirigenza che con questo attacco non saremmo andati da nessuna parte”. Ecco in cosa è mancato e manca Mazzarri. Cairo gli ha rotto il bel giocattolo che era riuscito a costruire in 12 mesi, soprattutto motivando bene i calciatori e dotandoli di schemi efficaci. Siamo passati da Mihajlovic che sperticava di lodi Cairo un giorno si e l’altro pure per il mercato, a Mazzarri che tace e si fa andare tutto bene. Il giorno che un allenatore del Toro avrà le palle per parlare chiaramente delle responsabilità societarie cresceremo.

            Mi piace Non mi piace
          2. CapatazGF - 2 settimane fa

            Quando dici che il problema è legato troppo spesso agli errori tecnici e scelte sbagliate da parte dei giocatori e che è un qualcosa in cui un allenatore può incidere in maniera molto minore rispetto quanto non possa fare con modulo e atteggiamento in campo, evidenzi chiaramente una mancanza di comunicazione, di dialogo tra allenatore e giocatori ma, soprattutto, di assimilazione, cosa peraltro più volte dichiarata pubblicamente da Mazzarri. Se questa non è una colpa o, se preferisci, una mancanza grave da parte di chi allena!!!! A meno che non sia il magazziniere il vero allenatore!!!!

            Mazzarri è un mediocre mercenario come tanti altri, poichè pensa solo all’ingaggio, al rinnovo eventuale del contratto e a non perdere il posto di lavoro.

            Altro che imporsi con Cairo sulle tempistiche di mercato e a inchiodare la società sulle proprie responsabilità e mancanze.

            E se, oltre a ciò, ha permesso a Cairo di rompergli il giocattolo che era riuscito a costruire in 12 mesi (opinione tua personale non codivisa dal sottoscritto), se continua a tacere e a farsi andare tutto bene, allora è doppiamente colpevole, omertoso e del tutto inutile alla causa.

            E noi abbiamo bisogno di un Allenatore Vero e non di un pusillanime vigliacco e pauroso, che chiude il Filadelfia ai Tifosi, che pensa solo a riempirsi le tasche con l’ingaggio e a scaricare su altri tutte le sue responsabilità.

            Mi piace Non mi piace
        2. uiltucs.pesar_12159015 - 2 settimane fa

          @mimmo75, anche tu ammetti che a monte ci sono errori perché non puoi impostare la squadra, al giorno d’oggi, con un solo modulo! E ripeto, con un centrocampo come il nostro, puoi fare solo il 4-4-2, lasciando ai centrali il solo compito di distruggere il gioco avversario avendo davanti praticamente 4 punte (Iago o Berenguer e Verdi e Zaza e Belotti) in grado di fare male agli avversari. Così invece continuiamo sistematicamente a prendere gol giocando con Belotti sulla fascia…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Mimmo75 - 2 settimane fa

            Ma noi abbiamo fatto un sacco di moduli fino ad oggi, perdonami, quasi tutti con il centrocampo a 2:
            3421 – 3412 – 343 – 442. Rarissimamente abbiamo visto un classico 352.

            Mi piace Non mi piace
          2. uiltucs.pesar_12159015 - 2 settimane fa

            Ok ma sistematicamente in area, nonostante un attaccante solo, abbiamo sempre pochi uomini…

            Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 2 settimane fa

      Purtroppo mi hanno censurato un commento perché conteneva un link a twitter, sei senza speranza ma ti consiglio di guardare tutte le statistiche nel loro account non solo questa.
      Questa indica solo condizione fisica e che i ragazzi seguono il mantra dell’allenatore.
      Ci son ben altri numeri che mostrano molto bene quanto siamo scarsi col possesso attivo della palla e come fatichiamo ad andare in porta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 2 settimane fa

        Io sto commentando questo dato specifico e nel farlo non ho sottaciuto le cose che non vanno “… Il che non vuol mica dire che siamo anche i più efficaci. E qui sta il problema…”. Cerca di leggere bene prima quel che scrivo prima di ribattere che sono senza speranza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-13797744 - 3 settimane fa

    Con quei dati , stasera toglieremo il latte alla lupa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy