Toro, è Sirigu-dipendenza: 30 parate del portierone nelle prime 7 di campionato

Toro, è Sirigu-dipendenza: 30 parate del portierone nelle prime 7 di campionato

Focus on / Numeri da brividi per il Torino, ma i segnali intravisti con il Napoli sono incoraggianti

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Lo abbiamo ripetuto in tutte le salse durante questa prima parte di campionato: il punto di forza dello scorso girone di ritorno è stato il tallone d’Achille delle prime 7 di campionato. Sono le statistiche a confermare il deficit in fase difensiva del Toro: ben 10 i goal incassati dai granata in sole 7 giornate. Ma c’è di peggio e basta andare a leggere i dati su Expected Goals e parate di Sirigu per rendersene conto. Numeri che vanno letti riconoscendo almeno due attenuanti al Toro: l’assenza di Nkoulou e la forma fisica deficitaria dei difensori (e più in generale della squadra).

 

PARATE – Il Toro è decisamente Sirigu-dipendente. Sono 30 le parate effettuate da San Salvatore nelle prime giornate di questo campionato. Un numero decisamente troppo elevato considerando che solamente Lecce (36), Spal (35), Parma (33) e Sampdoria (31) hanno fatto peggio. Mazzarri, quindi, deve ringraziare (anche e soprattutto) uno dei portieri più forti della Serie A per i 10 punti incassati fino a questo momento. Sono numeri che non riflettono la classifica reale ma che restituiscono comunque un’immagine fedele dei problemi difensivi del Torino fino a questo momento.

EXPECTED GOALS – Quello degli expected goals (subiti in questo caso) è un parametro che tiene conto della pericolosità delle azioni subite e “pesa” le occasioni delle squadre avversarie restituendo un dato che dovrebbe avvicinarsi al numero di goal che una squadra avrebbe potuto subire per ogni partita. Ebbene, il Torino è 18º in Serie A con un dato di 1,89 a partita. Le parate di Sirigu e gli errori degli attaccanti hanno fatto in modo che il dato reale fosse più basso: 1,43 goal subiti a partita. Numeri, questi, che vanno assolutamente corretti se si vuole competere sino alla fine per un piazzamento europeo. Con il Napoli sono arrivati segnali incoraggianti in questo senso: primo clean sheet e solo 3 tiri nello specchio subiti. Sirigu c’è sempre, Nkoulou sta tornando ai suoi livelli e anche la cerniera di centrocampo inizia a lavorare bene. Ora, l’obiettivo è quello di blindare la difesa per tornare a marciare verso l’Europa, magari essendo un po’ meno Sirigu-dipendenti.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ALESSANDRO 69 - 4 giorni fa

    Intanto vorrei capire perché si definisce Sirigu uno dei portieri italiani più forti mentre si ha paura di defenirlo per quello che esattamente è ” Il più forte portiere Italiano e uno dei primi al mondo “.Poi è vero, devo concordare con molti fratelli Granata, non è molto positivo il fatto che risulti quasi sempre il migliore in campo perché evidentemente c’è qualcosa che non funziona nella fase difensiva. Io rimango però ottimista perché credo che quando molti giocatori chiave recupereranno la migliore condizione le cose si sistemeranno, già contro il Napoli abbiamo visto un identikit della difesa dello scorso anno. E comunque ricordiamoci che i miracoli Sirigu li faceva anche la scorsa stagione..magari non così in serie..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mimmo75 - 5 giorni fa

    Altro colpo spaziale di Petrachi per tempistica (è arrivato nel pieno della maturità agonistica) e costi. Preso per fare la differenza soprattutto quando la squadra è in difficoltà, lo sta facendo alla grandissima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ardi - 5 giorni fa

    Quando qualcuno diceva che abbiamo fatto tanti gol gli ho risposto che avrei voluto vedere la differenza tra occasioni create e quelle subite e che le prime, vedendo le partite, mi sembravano molto meno delle seconde. Ora qui c’è mezzo dato, ossia le occasioni subite e dai numeri, diciottesimi, direi che avevo visto bene, non ci voleva uno scienziato, ma tant’è pur di difendere mazzarri, ogni tanto qualcuno, anche se lo reputo intelligente e simpatico, diventa poco oggettivo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 5 giorni fa

      Puoi citarmi direttamente, coraggio. I numeri guardiamoli alla fine. Io difendo Mazzarri ma non nego che stiamo attraversando un momento di difficoltà dovuto a diverse concause ben note. Tornando al tuo appunto sulle occasioni da gol…io ho solo detto che i gol li facciamo: è un fatto, rassegnati. Tu ribatti che tiriamo poco importa. Mai detto che tiriamo tanto. Ho solo detto che se segnamo regolarmente vuol dire che le.occasioni le creiamo e siamo bravi a concretizzarle.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 4 giorni fa

        Io non mi limiterei soltanto a guardare i pochi tiri. Spesso non andiamo al tiro perché si fa la scelta sbagliata che dovrebbe portare alla conclusione. A volte invece di passare si cerca il dribling(tasto dolente in questa squadra) o si fanno cross sbilenchi o passaggi fuori misura.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. eurotoro - 5 giorni fa

    si ma non c’e’ da vantarsi..non va bene far fare tante parate al proprio portiere..che si diano una svegliata tutti nella fase difensiva..in modo che Salvatore sia sempre un valore aggiunto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. maxx72 - 5 giorni fa

    Il miglior portiere del mondo, senza dubbio. Rinnovo a vita con stipendio raddoppiato, e questa volta il punto lo scrivo maiuscolo…PUNTO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy