Grande Torino, un libro al giorno: “Il Grande Torino” di Matteucci-Ossola

Recensioni / Gli invincibili raccontati con i fumetti: il binomio immagini-parole per isolare i tratti favolistici della loro leggenda

di Redazione Toro News

A 70 anni dalla sua scomparsa, il Grande Torino vive nella memoria di tutti gli appassionati di Toro e di calcio. E 70 anni dopo, è ancora fonte di ispirazione per scrittori, giornalisti, artisti, cantautori. Nella settimana che porta all’anniversario della caduta degli Invincibili, diamo spazio su queste colonne ad alcuni autori che hanno deciso di ricordare Valentino Mazzola e i suoi splendidi compagni, con libri editi nel periodo a ridosso del settantesimo anniversario della Tragedia di Superga.  


La leggenda del Grande Torino, è noto, ha in sè i tratti di una favola, purtroppo senza lieto fine. Il quarto d’ora granata, il capitano che si rimboccava le maniche, lo squillo di tromba dalla tribuna. E ancora: giocatori diventati idoli di un Paese che fuori dal campo erano uomini comunissimi che potevi incontrare al bar dietro casa, la Nazionale che si tinse di granata con dieci uomini su undici, lo stadio Filadelfia come una fossa dei leoni. Poi, purtroppo, la tragedia che pose una fine a tutto.

Così il racconto a fumetti è un metodo narrativo che calza benissimo, quando si narrano le gesta del Grande Torino. Per questo il nuovo “Grande Torino – Storia illustrata di una storia leggendaria”, di Matteo Matteucci e Franco Ossola (ed. Minerva), è un volume che difficilmente può mancare nelle biblioteche granata e non solo. La prefazione di un tifoso illustre come Giancarlo Caselli contiene una proposta importante: l’Unesco faccia rientrare il Grande Torino tra i “Patrimoni dell’Umanità”.

Poi i disegni di Matteucci e le parole di Ossola, il figlio di Franco che della narrazione delle gesta del padre e dei suoi compagni ha fatto una ragione di vita, formano un’opera diversa da molte altre. Le 215 pagine del libro volano via in poco tempo, essendo costituite soprattutto da disegni. Ma raccontano anche particolari che in molti non conoscono e che possono colpire l’appassionato di sport e di Toro. Immagini e parole, parole e immagini si compenetrano alla perfezione. E così Valentino Mazzola e compagni tornano a rivivere, almeno nella mente del lettore.

WhatsApp Image 2019-05-01 at 12.14.22

Grande Torino, un libro al giorno

LEGGI – Invincibili” di Strippoli-Bramardo (29 aprile)
LEGGI – “Superga 1949” di Culicchia (30 aprile)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy