Giampaolo pre Torino-Spezia: “Segre playmaker. Chi ha paura di vincere faccia altro”

Conferenza / Le parole del tecnico abruzzese alla vigilia della gara interna contro i liguri, valida per il penultimo turno del girone d’andata

di Redazione Toro News

AVVERSARIO

TURIN, ITALY – JANUARY 06: Marco Giampaolo, Head Coach of Torino F.C. reacts during the Serie A match between Torino FC and Hellas Verona FC at Stadio Olimpico di Torino on January 06, 2021 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Marco Giampaolo si è presentato in conferenza stampa questo pomeriggio in vista della gara interna contro lo Spezia che il suo Torino dovrà affrontare domani, sabato 16 gennaio, alle 18. La gara varrà per il penultimo turno del girone d’andata e sarà molto importante in ottica classifica, essendo entrambe le formazioni immischiate nella lotta salvezza. Inoltre, la sfida allo Spezia chiuderà una settimana ricca di impegni per i granata che sabato scorso hanno perso 2 a 0 al “Meazza” contro il Milan in campionato, poi martedì hanno costretto proprio il Milan ai calci di rigore in Coppa Italia e adesso si preparano allo Spezia. “Lo Spezia è una squadra che gioca a calcio, spensierata, leggera -ha esordito Giampaolo -. Penso che si diverta anche. Si vede che c’è un lavoro dietro, la squadra è riconoscibile e gioca con poca responsabilità, poco carico psicologico. Adesso noi dobbiamo solo prepararla nel miglior modo possibile perché sappiamo che è una sfida molto importante. L’attenzione principale è al recupero dei calciatori dopo questo tour de force, ci stiamo lavorando, poi oggi e domani lavoreremo sull’aspetto tecnico-tattico. L’attenzione ad oggi è sull’attenzione psico-fisica del calciatore. Dobbiamo trovare il giusto compromesso sul tempo da dedicare al recupero e quello da dedicare alla preparazione della gara, ma ci riusciremo”. 

LEGGI ANCHE: Torino, contro lo Spezia è in ballo una fetta di salvezza: granata obbligati a vincere

54 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. miele - 1 mese fa

    Bravo Giampaolo, perché non cominci tu a dare il buon esempio togliendoti dai piedi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toro1964 - 2 mesi fa

    Porc… mi è partito prima di finire…
    Non so più che fatti servono per dimostrare l’incapacità di questo tecnico, è tutto li da vedere: punti in classifica, trame di gioco inesistenti, disordine e confusione tattica, problematiche fisiche della squadra….
    Bocciato ed esonerato!
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Toro1964 - 2 mesi fa

    Maestro nel cercare alibi… pensavo che il campionario fosse completo, invece no, mancava la paura di vincere…
    Infatti si è visto in ogni partita.. niente gioco, passaggi laterali o al portiere, palla rinviata sperando che il Gallo inventasse qualcosa mentre veniva massacrato di botte…
    Complimenti fenomeno GP!
    Non so più che fatti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13758938 - 2 mesi fa

    Abbiamo aspettato anche troppo, enough is enough , dicono gli inglesi. Anche se vinciamo domani, ma poi a Benevento ce le suonano…esonero immediato. Nicola subito, giochiamo con un bel 3-4-3 cazzutto e spacchiamo. Ah! Volevo ricordare che Nicola è nel mirino del Cagliari, che gioca col Milan, mi sa che finisce come per Duncan!!! Siamo proprio una società di inetti e di idioti, amministrativamente parlando…i tifosi i migliori e i più belli del mondo insieme a quelli del Liverpool. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iard68 - 1 mese fa

      “i tifosi i migliori e i più belli del mondo insieme a quelli del Liverpool”…
      Mah…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. otto88 - 2 mesi fa

    Azzzzzzz……GP non ti si può nascondere niente!!!! ……hai capito tutto …..per fortuna abbiamo un maestro come te in panchina….ed un grande illuminato …..come riesce a spiegare le partite nelle conferenze stampa !!!! …un piacere Grazie di esistere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Emilianozapata - 2 mesi fa

    Fermi tutti. Ora ho capito perché ne abbiamo vinte solo due e nessuna in casa: è stata la paura! Non l’allenatore apprendista stregone, non il presidente insipiente e tirchio, non i calciatori scarsi, non Verdi che sente il peso dei 20 milioni che ci è costato, non Rincon regista, non Sirigu e N’Koulou che se ne vogliono andare insiene a Izzo, non il Gallo costretto a sfiatarsi per gli altri 10, non una società inesistente, non gli acquisti mancati e tantomeno la pressione del pubblico (beh quello non c’è)… È la paura di vincere! E non bastava dirlo prima?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mik - 2 mesi fa

      Anche mio figlio di 4 anni ha paura….del buio. Ma non piglia 1 ml di euro all’anno o di più. Un paio di annetti in miniera o a raccogliere i pomodori sotto il sole a 1000 euro al mese per gran parte di sta rosa e laviamo via di dosso la paura…di vincere!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Torello di Romagna - 2 mesi fa

    Intanto giochiamo la partita dall’inizio (e non dal secondo tempo) con aggressività, determinazione e in maniera propositiva …. Se non sarà vittoria mi dispiace ma è ora dell’esonero . Non è possibile accettare anche il record negativo di nessuna vittoria in casa in un girone …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. granata63 - 2 mesi fa

    Poche chiacchiere. Dodici punti in 17 partite. Fai punti e stai zitto. Se fosse stata una società seria, ti avrebbero dato un calcio nel culo da un pezzo. Sei un professionista. E poi di che paura parli? Di vincere? Due partite vinte su 17. Combinazione, con due delle ultime squadre in classifica con noi. Non è che, per caso, meritiamo anche noi di stare dove siamo? Meno chiacchiere e più punti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Gael67 - 2 mesi fa

    Siamo ridotti a dover sperare di battere lo Spezia..chi ha paura di vincere??! Per me il primo dei tu, visto come giochiamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. giacki - 2 mesi fa

    Povero GP..pensava di allenare il TORINO……so ritrova con la caprese.. A fine (non)mercato si potrà dimettere per giusta causa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Cup - 2 mesi fa

    Sirigu, Izzo, Bremer, Lyanco, Singo, Baselli, Lukic, Belotti… un allenatore che rischia di andare in serie B con questi giocatori è scarso. Non i giocatori ma lui!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

      Ne hai nominati solo otto, poi ci sono Verdi Zaza e Rincon… ed ecco svelato l’arcano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Ramiro - 2 mesi fa

    Segre fa due scatti e al terzo è in debito d’ossigeno… Come pensa di dominare gli avversari se i nostri non hanno manco il fiato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 2 mesi fa

      Non è affatto vero.
      Gojac piuttosto mi sembra in difficoltà atletica

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Paul67 - 2 mesi fa

        ….. Fosse solo atletica…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 2 mesi fa

          Tecnicamente non sono all’altezza x giudicarlo (il mio consulente e Granata@ 🙂 per

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Messere Granata - 2 mesi fa

    Lo Spezia arriva da due vittorie consecutive. Il suo obiettivo per domani sarà quello di tenerci a distanza con un pareggio. Catenaccio e contropiede. Cosa mi aspetto? Che Verdi giustifichi il suo ingaggio con un’invenzione degna di questo nome. Non abbiamo un gioco imprevedibile e ci dovremo affidare ad un “lampo” di genio, dettato dal talento e dal coraggio di chi, almeno sulla carta, li possiede. “Se vuoi avere qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto”. Coraggio Toro. Coraggio!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. dattero - 2 mesi fa

    allucinante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Emilianozapata - 2 mesi fa

    Il Toro attuale potrebbe dire la sua se il campionato si giocasse con i ritmi e la mentalità della Coppa Italia: bassi i primi, rilassata la seconda. E in più bisognerebbe che le squadre più forti schierassero le riserve quando incontrano quelle scarse come la nostra (vedi il Genoa contro i pigiami). Ma conosciamo tutti l’abissale differenza che distingue la Coppa del Nonno da un campionato feroce e spietato perché diviso in due tronconi: quelli che si giocano i primi posti e quelli che se perdono tre partite di fila dal centro classifica precipitano in zona retrocessione. La squadra attuale non ha le caratteristiche per sopravvivere nella jungla della serie A: giocatori molli, scarsi, demotivati, atleticamente sempre in ginocchio, lenti, tristi (o meglio ridono quando perdono i derby) scazzati, tecnicamente imbarazzanti. Quindi nessun allenatore sarebbe adatto a farci risalire la classifica. Non Giampaolo, che ha ulteriormente appesantito la squadra con schemi inapplicabili (non ha ancora capito che questi il famoso “passaggio in più” non lo fanno perché è già tanto se riescono a farne due di fila?), e neppure il motivatore cerbero cazzuto che s’invoca in questi casi (come e fai a munire di agonismo Fichetty, Verdolini, il geom. Ansaldi, Murru, Lyanco, N’Koulou & c.?). E il più non motivato (che è diverso da demotivato) è quello che li paga, che tifa Milan e che pensa che il Toro sia un banner pubblicitario. Domani non credo che andremo oltre un pari. Lieto di eventuali smentite, ovviamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. user-13797744 - 2 mesi fa

    Domani la chiudiamo tranquillamente,il mister dovrà solo saper gestire i cambi. Per qualche soldino in più : 3 vittorie di fila in casa, quote interessanti ( in calo )

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. roberto.64 - 2 mesi fa

    Vada ma vada.
    A fare altri danni da un altra parte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. spiritolibero - 2 mesi fa

    Penso che tra non molto Nicola dirà di no ad una eventuale chiamata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 2 mesi fa

      Dirà di si al Cagliari

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. NEss - 2 mesi fa

    non esistono buoni propositi poi non rispettati come in passato è anche successo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Il_Principe_della_Zolla - 2 mesi fa

    Non lo so, ho come l’impressione che, indipendentemente dal risultato di domani, domenica Giampaolo sarà esonerato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

      Così vediamo chi è il prossimo Malaussène.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Opi - 2 mesi fa

        Malaussene…..
        Commento fantastico!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Opi - 2 mesi fa

          Pensa che c’è un idiota che al mio commento di complimenti per la colta citazione di hector belascoran ha messo un incomprensibile pollice verso!…… questo ha letto meno libri di quanti ne ho scritti!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Athletic - 2 mesi fa

    Aggiungo, chi ha paura di dire al proprio presidente che Kurtic non è il profilo adatto per gioco che si vuole attuare, ma che ci vogliono giocatori di qualità, faccia altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Kaimano - 2 mesi fa

    Ma finitela di dire cavolate…questa squadra è bollita da anni. Sono carenti fisicamente da Dicembre 2019 e nessuno dei 3 allenatori avuti nell’ulitmo anno è riuscito ad invertire le cose per cui viene da pensare che i giocatori sono ormai spompi ed hanno dato tutto.
    questo dovrebbe insegnare che i centrocampisti (interni) devono essere giovani e con tanta voglia di pedalare, altrochè Kurtic (nn fatelo passare come regista) o Lobotka (nn è un regista). La società negli ultimi 2 anni ha speso per 4 giocatori: Zaza, Verdi, Soriano, Njiang…Quanti di questi 4 giocatori si sono affermati ? La colpa è sempre degli allenatori o della società che compra tanto per comprare ?
    Il male è 1 e finiamola di girarci intorno. Se io ti chiedo un giocatore di attacco veloce tu non vai a prendermi Petagna (x fare un esempio) e se ti chiedo un regista non mi chiedi se Rincon può coprire quel ruolo. Poi gli allenatori hanno le loro colpe tipo abassare sempre la testa ed essere servili. Gasperini che è l’allenatore del momento sbagliò nell’assecondare Moratti quando gli portatono il fuso Forlan invece che il suo pupillo Palacio e cosa peggiore quando fecero partire Etoo. Gasperini, pur di allenare una grande, non disse nulla e fece una pessima figura. Pensate alla figura che avrebbe fatto Cairo se GP gli avesse detto vada a quel paese. Pensate che smacco sarebbe stato ricevere uno schiaffo agli occhi di tutti noi tifosi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 2 mesi fa

      Purtroppo Giampaolo ha la faccia un po’ da cane bastonato depresso sfigato (io personalmente lo trovo molto divertente ed eccezionale in sala stampa) per cui è facilmente attaccabile da gente superficiale che non analizza i fatti e la storia che hai giustamente citato tu.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Pazko - 2 mesi fa

    Diciamo che, se non riesce a vincere con lo Spezia, non merita di andare avanti come allenatore. Perchè per vincere ci vogliono giocatori motivati, aldilà del modulo, e chi li motiva ? io? No, l’allenatore. Questo perchè penso che a livello fisico, tecnico, ecc. i nostri giocatori non siano peggio di quelli dello Spezia, che però, finora, hanno reso molto perché motivati, dall’allenatore dal fatto di giocare in serie A dopo anni di B . Ricordo Italiano nel Chievo, quando siglò il pareggio e, se ricordo bene, ci condannò allo spareggio, che finì come finì….. Per cui attenti e determinati per evitare problemi. Questo è il compito di Giampaolo, meno teoria e più garra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 2 mesi fa

      Sono circa vent’anni che sento che gli allenatori del Toro non sanno motivare i giocatori.
      Sarà mica che i problemi sono altri?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. mp63 - 2 mesi fa

    Con un altro allenatore non avrebbe paura di vincere. Ma avrebbero capito cosa devono fare in campo. Lo sapeva già che non avrebbero comprato chi voleva. Cairo tutti gli anni fa le stesse cose. Il toro per lui è un’azienda e non una parte di storia d’italia e del mondo. Si stiamo parlando del gioco del calcio ma il toro trasmette emozioni così intense che non si possono spiegare. Adesso ha buttato l’attenzione sul povero Segre, che non è tosto come Rincon, sperando di poter trovare altre giustificazioni al completo disarmo della squadra che guida. Metterà Verdi e Zaza, quei 2 sfigati, che farebbero fatica ad essere titolari in B, accorgendosi che non ha più punte. Non ha più esterni d’attacco. Dove cavolo si può andare con una squadra assemblata così male. I senatori della squadra hanno fatto mandare via Longo che ha fatto onestamente il suo lavoro senza proclami e non creando problemi. Speriamo bene ma io sono pessimista. E’ quasi finito il girone di ritorno e siamo sempre più vicini alla retrocessione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. mont67 - 2 mesi fa

    Non per essere RIDONDANTE ma:
    la maggior parte dei giocatori di questo toro non ha TALENTO..
    non gli si puo’ insegnare a giocare ad alto livello….
    a sprazzi puoi far bene, ma rimani un mediocre…
    poi ci sono i giocatori che hanno FAME AGONISTICA, DETERMINAZIONE, VOLONTA’ di migliorarsi consapevoli delle loro forze.
    SONO QUESTI GIOCATORI CHE FANNO LO ZOCCOLO DURO DI UNA SQUADRA VINCENTE
    mi sembra che sia il caso di qualche giovane, se maturano…forse si comincera’ a vedere qualche ” vincente “.
    FORZA TORO SEMPRE !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abedinpele - 2 mesi fa

      Chi va in campo lo decide il mister. Faccio un esempio, da inizio stagione dico che Lyanco non sa difendere, se si va a guardare il primo gol preso contro il Milan dove perde uomo e posizione in un colpo solo, spalancando la difesa alla punta rossonera che non ci credeva a tutta quella libertà, ti rendi conto di ciò che sto affermando. In panchina ci sta un certo Buongiorno che quando è stato chiamato in causa, Roma, Napoli e coppa Italia col Milan, non ha certo sfigurato anzi mi è piaciuto e dimostra di aver tanta voglia. Perchè insistere con Lyanco che sembra sempre in campo perchè deve farlo e non con la voglia di giocare? Questo è solo un esempio delle responsabilità che il mister in 5 mesi non ha saputo prendersi, sono sempre convinto che la rosa non sia da Europa ma neanche da terz’ultimo posto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pandaniels - 2 mesi fa

        La penso esattamente come te abedì

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Blasphemous !Sentenza.3! - 2 mesi fa

    Sì, il divertimento serio ci sta nel momento tragicomico che stiamo vivendo… Ah Jumpy, i.mesi passano e tra un po’ il “pregresso che paghiamo” sarà il tuo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. bordeauxgranata - 2 mesi fa

    A me non interessa come ma devono fare almeno 7 punti le prossime 3 per avere ancora un minimo di speranza: vedendo le condizioni della squadra mi pare improbabile, anyway crediamoci tanto non abbiamo nulla da perdere oramai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. ToniToro76 - 2 mesi fa

    Domani servirà fare una bella valutazione a 360 gradi perché il risultato sarà positivo è questo sarà il vero problema !!! Lo Spezia arriverà qui garibaldino e ci lascerà spazi enormi facendoci pensare di aver risolto i problemi … mi auguro che si valuti il fatto che per le altre 20 partite purtroppo non saranno tutte così … quindi COMPRARE un po’ di qualità pee questa squadra di operai non sarà necessario ma INDISPENSABILE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. oscarfc - 2 mesi fa

      L’ottimismo è il profumo della vita!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

    Due vittorie ad oggi e nessuna in casa.
    Mai così male in 114 anni di storia.
    Questi numeri dicono chiaramente che la colpa è della società ma anche del mister e dei giocatori.
    E questa volta ai tifosi rognosi del Toro c’è poco da dire …perché non ci sono.
    Tirate fuori le palle!!!
    Lo abbiamo sempre detto nei momenti bui, ma questa volta visto che siamo lontani da voi e voi fate schifo come non avete mai fatto, lo gridiamo più forte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Mimmo75 #prexit - 2 mesi fa

    “Se la squadra affrontasse l’avversario con il braccino allora dovrebbe fare un altro mestiere. Il calcio è un divertimento, un divertimento serio. Non esiste la paura, non esistono buoni propositi poi non rispettati come in passato è anche successo. Bisogna essere propositivi, bisogna fare qualcosa, guardare avanti”
    Orca l’oca, pare pensato e scritto per Cairo sto concetto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. abedinpele - 2 mesi fa

    Ditemi quello che volete ma questo è un teorico del calcio, ciò spiega la nostra situazione in classifica. Segre dopo 2 scatti è in debito d’ossigeno? probabilmente sarà perchè: uno è non l’hai praticamente mai utilizzato, due probabilmente a livello atletico siamo carenti ed è da settembre che si vede questo.
    Dobbiamo dominare l’avversario, Mister scusi la domanda, cosa intende per dominare l’avversario, rintanarsi a fare possesso palla davanti alla nostra area e aspettare gli avversari che ci attacchino sperando che non trovino l’imbucata giusta? Perchè in 5 mesi io non ho visto nient’altro! Nessun giornalista presente ha avuto il coraggio di domandarglielo?
    Forza Toro da domani parola d’ordine Dominare l’avversario… son proprio curioso di vedere cosa cambierà rispetto alle partite precedenti… FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 2 mesi fa

      Quelle che hai elencato sono le caratteristiche della squadra(centrocampo in particolare). È il discorso che fa l allenatore che stai criticando. Parla di assecondare le caratteristiche del gruppo. Parla di apprendimento lungo una vita per vedere il suo calcio. Questo allenatore non ha colpe. Se non quella di aver accettato la panchina. Ma francamente se mi paghi e mi assicuri investimenti mirati il coglione non sono io(Giampaolo) ma tu(cairo).questa proprietà ha fatto il suo tempo. Non é in grado di gestire e pensare calcio. È una battaglia persa. Quanti cazzo di allenatori e direttori sportivi volete vedere cambiare prima di capire che il cancro del toro é il suo proprietario.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. strafa_10623156 - 2 mesi fa

        Concordo sul fatto che il grosso delle colpe non sia di Giampaolo ma del capoccia semplicemente perché in un’annata come questa, senza ritiro estivo e con partite ogni 3 giorni, è stata la scelta peggiore che potesse fare. Se poi consideriamo che la squadra non è assolutamente adatta alle esigenze tecniche del mister…eccoci in fondo alla classifica! Anche se non lo merita, deve esonerarlo e prendere un allenatore alla Ballardini : limitato, senza un gran gioco ma terribilmente pragmatico e risolutivo. Brutto da sentire ma è così: punti sporchi, brutti e noiosi ma subito ed in quantità!!! Altrimenti sarà un’umiliazione senza precedenti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Il Giaguaro - 2 mesi fa

          Uno così c’era già, un tale Mazzarri… Lo abbiamo ricoperto di merda già quando vinceva, figuriamo ci quando ha smesso di vincere!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. strafa_10623156 - 2 mesi fa

            Hai ragione ma uno alla Mazzarri servirebbe solo in questo momento, non certo come personaggio su cui programmare una o più stagioni perché il suo gioco ormai lo conoscono anche tra i dilettanti…ora ci farebbe fare i punti per salvarci ma a fine campionato dovrebbe sparire…ecco perché uno alla Ballardini: fa il suo e poi si fa da parte senza troppi problemi

            Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 #prexit - 2 mesi fa

      O magari il ragazzo deve imparare a gestire le energie. Ti sfiora l’idea?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abedinpele - 2 mesi fa

        Se fosse solo il ragazzo citato sulle gambe dopo 2 allunghi, potrei essere d’accordo ma è la squadra che corre poco e male. Spesso dopo 60 minuti abbiamo visto la squadra sparire dal campo, anche se onestamente nelle ultime partite è andata un po’ meglio. Magari le partite ravvicinate hanno avuto anche funzione di allenamento atletico e non sono solo aspetti negativi. Il mio insegnante al corso allenatori (un certo Maldera, fratello del Maldera che ha giocato con Roma e Milan) ci diceva sempre che il miglior allenamento è la partita e personalmente concordo abbastanza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

          Questa è un’altra cosa che ci succede da più di un anno.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. (El mulo) Carletto - 2 mesi fa

    Dico prima della partita il mio pensiero.
    Ferme le enormi (e primarie) responsabilità della società nell’attuale situazione, siamo al giro di boa del campionato con il nostro Toro che, in casa, ha zero vittorie dopo alcune prestazioni contro formazioni “pari” francamente imbarazzanti (Crotone, Udinese, Cagliari) e altre mediocri (Sampdoria, Bologna).
    Ora, per favore, poche pippe: o domani si vince e si convince, oppure cambio della guida tecnica subito, perché sta roba non si può guardare…
    Il calcio sarà anche un “divertimento serio”, ma io, seriamente, mi sto divertendo molto poco. E non penso di essere l’unico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy