Moreno Longo, il Toro prima di tutto

Moreno Longo, il Toro prima di tutto

Editoriale / Il tecnico granata ha messo a rischio la sua carriera per salvare il Torino: nessuno gli potrà mai dire grazie abbastanza

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

C’è una parola in particolare del post che Moreno Longo ha scritto su Instagram nelle scorse ore che fa riflettere: “rischioso”. Sì, accettare l’avventura al Torino per lui è stato un rischio. C’era tutto da perdere per lui in primis. Chiamato anche per sedare una piazza in subbuglio dopo i risultati catastrofici dell’ultima parte della gestione Mazzarri, Longo ha accettato un contratto di sei mesi senza pensarci. Condizioni a cui con razionalità in molti avrebbero detto di no, ma probabilmente l’istinto gli ha sussurrato che aspettava da troppo tempo quell’occasione. Sperava che arrivasse in circostanze differenti, certo, ma dire di no al Toro era per lui impossibile.

Reduce dall’esonero al Frosinone, a livello personale doveva dimostrare di valere la Serie A. Qui i pensieri possono essere discordi, ma a nostro avviso uno che centra l’obiettivo (l’ennesimo) della sua carriera con tutte quelle difficoltà, raccogliendo i 13 punti che dovevano essere raccolti, ha dimostrato di essere tecnico di valore. La salvezza ottenuta contribuisce a migliorare il suo curriculum: il Torino non è stato il punto d’arrivo che sognava, ma almeno lo ha aiutato a rilanciarsi e il suo nome è tornato a circolare. Per quanto riguarda l’uomo, invece, al Torino nessuno potrà mai dirgli grazie abbastanza: ci saranno allenatori migliori di lui, ma sara difficile trovare qualcuno che anteporrà il Torino alle esigenze personali come ha fatto Moreno Longo.

LEGGI ANCHE: Torino, i pagelloni di fine stagione – Longo 6: missione compiuta per il ragazzo del Fila

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. renzo.br_11946323 - 1 mese fa

    Senza il SIGNOR LONGO saremmo retrocessi sicuramente: squadra allo sbando, Società pressochè assente, pseudotifosi contro, Mazzarri delegittimato. GRAZIE MORENO hai fatto un grande lavoro per amore del TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. leggendagranata - 1 mese fa

    Sul piano umano un’ uscita da signore, sul piano tecnico una mezza delusione. Mi sarei aspettato più coraggio e invece ha iniziato scimmiottando Mazzarri e rimediato tre sconfitte. Il lockdown e suggerimenti di Vagnati gli sono serviti per riflettere ed ha finalmente cambiato qualcosa, mandando in campo il terzetto Belotti-Zaza-Verdi con cui ha raggranellato il minimo indispensabile per la salvezza. Non un grande exploit,anche se il periodo mazzarriano gli aveva lasciato grandi macerie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fantomen - 1 mese fa

    Così mettiamo un po’ in chiaro le cose …….ha fatto vedere 2 mesi di filmati del Frosinone ai giocatori ……la preparazione atletica gli era stata suggerita da chi aveva fatto la Champion in un determinato modo , che tutti coloro che la fanno applicano, ma lui ha voluto fare di testa sua ……provava tutta la settimana delle cose che il giorno prima della partita cambiava perché era insicuro …….gestione di edera millico disastrosa…..modulo disastroso …….detto ciò perché continuiamo a ringraziare uno così …….doveva solo ricompattare l’ambiente per migliorare il trend che Mazzarri aveva lasciato……..Longevità ha fatto più danni della grandine e noi qui a ringraziarlo e a osannarlo ……fare peggio di quello che ha lasciato Mazzarri era difficile ……ma lui ci è riuscito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

      Hai le prove di ciò che dici? Se si mostrale altrimenti le tue sono solo illazioni. Chiacchiere al vento

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

      Ma sei serio…????

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

        ovviamente riferito a “fantomen”

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Fantomen - 1 mese fa

      Secondo voi con quale fantasia mi sarei potuto inventare tutto ciò …..neanche fossi un visionario……oltretutto cose confermate dai fatti oltre ad essere a conoscenza di tutti quelli vicini all’ambiente……..solo che a voi piace l’idea che il ragazzo del fila ha salvato il toro dalla retrocessione…….vi rendete conto che ha fatto vedere 2 mesi di un Frosinone che non ha fatto una vittoria in A an nazionali ecc…….erano increduli i giocatori e voi vi fate la favola di Longo che ci ha salvati…….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

        Questa cosa dei filmati del Frosinone la dici tu e solo tu non vi è stato un solo spiffero di ciò tu affermi e con uno spogliatoio spaccato qualcosa sarebbe teapelato. Tu dici di essere dell’ambiente e di conoscere cose che altri non conoscono, bene fai il nome e cognome del preparatore con esperienze di Champions messo alla porta da Longo (comunque la forma raggiunta dai nostri post covid non era così peggiore di altre squadre, semmai era la testa ad essere altrove, la partita con il Genoa è stata lampante, hanno deciso di lasciarsi per 90 minuti alle spalle tutto e tutti e li hanno asfaltati segno che tecnica e condizione fisica c’erano tutti. Vedi alla tua tesi mancano le prove che anche nella tua replica non hai fornito

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Fantomen - 1 mese fa

      Nessuno ha parlato di preparatori……non sono dell’ambiente ma vicino all’ambiente dire che eravamo fisicamente in forma visto il record di sconfitte mi sembra una barzelletta………spogliatoio spaccato mai detto anzi ci ha salvato l’unione dei ragazzi erano tutti concordi che Longo non fosse minimamente all’altezza………ma avevano la volontà di salvarsi …….potrei andare nello specifico di tutto ma visto cosa qualcuno capisce è meglio chiudere qua …….continuate a ingoiare quello che vi rifilano e che vi piace pensare ……..non siete pronti ai retroscena

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. oscarfc - 1 mese fa

        Meno male che avevano voglia di salvarsi, va detto che molti hanno saputo dissimulare molto bene le proprie intenzioni, perchè a vederli giocare molti non davano proprio l’impressione di metterci l’anima…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

    Bravo Sartori, anche se un’ accenno al fatto che Longo ha ringraziato tutti tranne il presidente e il DS non sarebbe stato proprio inopportuno…..
    Come ho avuto modo di dire in un precedente commento, Moreno esce da questa esperienza a testa altissima dimostrando cosa significhi nei fatti essere da Toro ( vero cari Edera e Millico……??????), la dirigenza invece ha dato conferma da che uomini piccoli è composta…..Ancora Grazie Moreno, mi auguro che chi ti ha denigrato, anche tra noi tifosi , non debba rimpiangerti già a dicembre…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mimmo75 - 1 mese fa

    Vero, il rischio di cui parla Moreno è stato reale. Si è gettato tra le fiamme senza tuta ignifuga e con la pistola ad acqua di cui Cairo lo ha dotato per spegnere l’incendio. Ha fatto malissimo sul campo con una media punti da 0.82 a partita (il Lecce è retrocesso con una media di 0.92) mentre il Toro fino al suo arrivo viaggiava a una media di 1.17: la scossa non c’è stata e come possa migliorare il curriculum di Moreno una roba del genere è un mistero. Quel che invece Moreno ha fatto benissimo, il vero successo della sua esperienza al Toro, sono stati i messaggi che ha iniziato a mandare a calciatori e società su come deve essere vissuto il Toro, su cosa significhi appartenervi e su come avrebbe dovuto essere il suo eventuale Toro del futuro “la società dovrà ascoltare quel che ho da dire prima di decidere se proseguire insieme”. Ma al di la delle parole che anche altri allenatori prima di lui hanno detto e che puzzavano di retorica stantia, Moreno ha dimostrato in prima persona cosa vuol dire appartenere al Toro e rispettarlo. Lo ha dimostrato presentandosi nello spogliatoio e al mondo del calcio con quel contrattucolo offensivo, accettandolo senza esitare di fronte alla prospettiva di carbonizzare la sua giovane carriera e di rovinare i rapporti con l’ambiente (fossimo retrocessi lo avrebbero lapidato e qualcuno lo ha fatto anche durante il torneo, a prescindere da tutto). Moreno non va giudicato per quel che ha fatto vedere in campo, esperienza disastrosa che ha radici e colpevoli ben più lontani, ma per quel che ha rappresentato nella sua breve parentesi, per il coraggio e la determinazione dimostrati quando, in pratica, ha detto che non sarebbe stato lui a scegliere Cairo (sbavando per una conferma anche se priva di contenuti e prospettive granata) ma la società a dover condividere la sua “visione” di Toro. Cairo ha rifiutato quella visione di Toro, coerentemente con quanto fatto fino ad oggi. Nel post di Moreno fa un rumore assordante l’assenza di qualsivoglia riferimento a Cairo. Moreno ha detto grazie “ai ragazzi, al mio staff, a tutte la persone che hanno lavorato con me e a tutti i TIFOSI che mi hanno sostenuto e incitato dal primo giorno in cui sono arrivato fino all’ultimo”, nessun riferimento alla società. Eppure il presidente, di solito, è la prima persona che si ringrazia per aver dato la possibilità di vivere un’esperienza. Come può un particolare del genere essere ignorato in un articolo che approfondisce i contenuti del saluto di Longo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

      Ciao Mimmo@ Longo è stato anche lasciato solo nella gestione dei capricci di Millico ed Edera (con questo spero di non essere etichettato come tifoso anti-vivaio).
      Non una parola di sostegno da Vagnati e Cairo questa cosa l’ho trovata vergognosa al pari del mancato ringraziamento per l’obiettivo raggiunto. Anzi il ringraziarlo con 2 parole il giorno della presentazione di Giampaolo l’ho trovato maleducato e fuoriluogo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. MimmoBG - 1 mese fa

      Non è vero, Cairo lo ha ringraziato subito dopo la salvezza. il giorno della presentazione di Gianpaolo ha solo ribadito i ringraziamenti. Io non sto con Cairo ma va dato a Cesare ciò che è di Cesare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

        Deve essermi sfuggito, ma come è sfuggito a me è sfuggito alla gran parte dei tifosi. Forse a livello di comunicazione non è stato il massimo.
        E dire che di giornali e televisioni ne ha per far passare i messaggi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ALESSANDRO 69 - 1 mese fa

        Mimmo, è vero ,lo ha ringraziato il giorno che ha presentato Gianpaolo ma sono davvero sembrati ringraziamenti di circostanza….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mimmo75 - 1 mese fa

          Ma io mi riferivo al fatto che Moreno non ha ringraziato Cairo, non viceversa

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy