Torino, dov’è finito il vero Sirigu? Crolla la sua percentuale di parate

Focus On / Il portiere granata subisce due tiri in porta e due gol contro la Sampdoria: e non è la prima volta quest’anno

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino ha pareggiato 2-2 contro la Sampdoria in casa, perdendo l’occasione di vincere un match importante nella corsa alla salvezza, avendo subito l’ennesima rimonta e riuscendo a riacciuffare solo un pareggio tra le mura amiche. Tra i protagonisti meno brillanti della partita c’è stato senza dubbio Salvatore Sirigu: il portiere granata da settimane non è più quello dei tre anni precedenti, nei quali a suon di miracoli aveva tenuto spesso a galla la sua squadra. La gara contro i blucerchiata ne è stata l’ennesima riprova.

TIRI – Il Toro ha subito due tiri in porta e due gol contro i blucerchiati. Sirigu si è fatto prima superare da Candreva: il tiro dell’ex Inter era secco ma centrale. La palla è passata sotto le gambe del portiere granata, che allo stesso modo si era fatto bucare da Caicedo contro la Lazio. Forte è stata l’impressione che il vero Sirigu avrebbe murato quella conclusione. Anche in occasione del secondo gol c’è chi ha ravvisato nel portiere sardo una titubanza di troppo nell’uscire su Quagliarella, visto il suggerimento piuttosto leggibile proprio di Candreva. Insomma, ai blucerchiati è bastato centrare la porta per fare gol. In particolare è stato schiacciante il confronto con Audero, che di parate decisive ne ha fatte ben 6 in tutta la gara, permettendo alla Sampdoria di portare a casa un punto.

DATI – Certo è che le difficoltà granata non siano colpa solo di Sirigu, ma il portiere comincia ad avere delle responsabilità. Andando a controllare i dati di questa stagione, ci si rende conto che il rendimento di Sirigu, rispetto agli anni scorsi, è crollato. Se fino alla scorsa stagione l’ex PSG si ergeva spesso a salvatore della patria granata, adesso non riesce più ad essere decisivo in positivo. Nel corso di queste prime nove partite, il portiere ha una percentuale di parate del 41%, la peggiore tra i portieri della Serie A con almeno tre presenze. E guardando le ultime due partite, contro Inter e Sampdoria, il Toro ha subito 6 tiri in porta e 6 gol: sfortuna, sì, ma non solo. Proprio su queste colonne, si era già evidenziato negli scorsi giorni che la percentuale di parate attuale di Sirigu è inferiore a quella di Hart, il portiere britannico che difese la porta granata nel 2016-17 terminando la stagione con una percentuale del 62.9%. Insomma, se non si può dimenticare quanto Salvatore abbia dato al Torino negli anni passati, tocca prendere atto di come la situazione sia cambiata nelle ultime settimane. Dov’è finito il vero Sirigu? Le prossime partite gli serviranno per tornare ad essere il portiere formidabile che è sempre stato.

33 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. come un pugno chiuso - 2 mesi fa

    si sta palesemente limitando al minimo sindacale e questo evidenzia una volta di più, come se ce ne fosse stato ancora bisogno, che questa pseudosocietà è solo in grado di fare mosse sbagliate nel momento sbagliato, pensando che i giocatori siano dei robot capaci di resettare tutto come se nulla fosse

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ardi - 2 mesi fa

    Questa società, che oltre ad avere strutture da serie c, in fase di calcio mercato continua a promettere all’inizio grandi acquisti per poi sbugiardarsi puntualmente. Così giocatori che all’inizio stavano bene al Toro, hanno giustamente cominciato a voler andare via ed anche qui le promesse di vendita non sono state mantenute, o per volontà o perché cairo ha chiesto troppo per i loro cartellini. Il risultato è questo. Aggiungerei su Sirigu, che oltre a prendere quasi un gol a tiro, non esce mai, abbiamo preso o rischiato di prendere gol su cross lenti alti e dentro l’area piccola, questo oltre a far perdere punti non da certo sicurezza ad una difesa che ha già di per se grossi problemi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. altoro - 2 mesi fa

    Personalmente nel post di ieri ho sottolineato che l’involuzione di rendimento, sotto l’aspetto tecnico, delle prestazioni di Sirigu in queste prime nove giornate di campionato è un dato oggettivo che maggiormente mi preoccupa nel tentativo di individuare le varie cause che hanno determinato un passivo di ventidue reti subite dalla squadra granata che attualmente rendono la difesa del TORO la più perforata in assoluto, quindi la peggiore in Serie A.
    Condivido assolutamente con i fratelli granata del forum che il TORO è ancora in Serie A in particolare in particolare grazie alle costanti prodezze, registrate nelle precedenti stagioni, degli unici due top-player, sotto l’aspetto tecnico, presenti in rosa ossia il “San Sirigu” del passato e il grande Capitano “Gallo” Belotti, tuttavia il fatto che il portiere sardo è tornato ad una dimensione terrena, costituita da improvvisi cali di concentrazione ed errori individuali, in confronto allo strepitoso rendimento offerto tra i pali nelle precedenti stagioni, è un dato assolutamente oggettivo, quindi colto ed evidenziato sia dalla stampa specializzata sia dall’occhio umano in genere.
    Addirittura ho notato che talvolta egli non esce più neppure ad intercettare palloni che spiovono nell’area piccola di sua oggettiva ed esclusiva competenza del ruolo specifico. L’altra sera il tiro secco ma centrale di Candreva che ha fruttato il temporaneo pareggio della Sampdoria non era assolutamente irresistibile e il portiere sardo si è fatto nuovamente infilare la sfera sotto le gambe, come già accaduto alcune settimane prima con il tiro ravvicinato di Caicedo, che al 98° minuto risultò decisivo per la rocambolesca e incredibile vittoria della Lazio in occasione dell’ennesima rimonta subita dal nostro amato TORO, eccessivamente fragile sotto l’aspetto psicologico quando si tratta di avere la fame e la determinazione di conservare il vantaggio parziale. Tuttavia occorre evidenziare che Sirigu, come già accaduto in troppe circostanze lo scorso campionato, non è assolutamente protetto da un reparto arretrato, non assolutamente all’altezza delle competenze assegnate a ciascun singolo interprete del ruolo. Personalmente azzardo una modesta indicazione per cui ritengo che il rilancio di Izzo a destra nella difesa a tre, affiancato da Lyanco al centro, regista difensivo abile in particolare nella fase di impostazione, e Bremer oppure Rodriguez, a sinistra, forse può porre un rimedio all’attuale disastrosa condizione della retroguardia granata. Ragazzi, quanto forte e inutile rimpianto collettivo per il grande Emiliano Moretti … . Amen. ALè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dr Bobetti - 2 mesi fa

      La vedo come te su Sirigu e non solo, compreso il rilancio di Izzo se e quando giochiamo a 3 dietro. Ho un dubbio su Lyanco a 3 in mezzo; piedi buoni per impostare ma in fase difensiva in sofferenza mentre nella difesa a 4 avendo un uomo di fianco sembra molto più sicuro nella marcatura preventiva.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pacman - 2 mesi fa

    Ormai è iniziata la caccia alle streghe per Sirigu. Dopo anni a livelli altissimi, ai primi momenti di difficoltà, mica lo si sostiene: no! Si inizia a dargli contro, proprio un gran comportamento da tifoso. Poi non meravigliamoci e non diamo la colpa solo a Cairo se i giocatori se ne vogliono andare. Da parte mia solo sostegno a un giocatore che nei fatti a dimostrato di tenere al Toro fornendo prestazioni di livello assoluto per anni. Momento di difficoltà? Forza Sirigu tornerai ad essere il portiere che
    Conosciamo in grado di parare anche i sassolini. Non ti scoraggiare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pacman - 2 mesi fa

      A con l’acca. Somaro di un somaro di un t9 gobbo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 2 mesi fa

      Bravo, Pacman! Sottoscrivo ogni sua parola!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. donato - 2 mesi fa

    Già sul finale della scorsa stagione Sirigu spesso litigava coi compagni di reparto e dava segni di nervosismo.
    Quest’estate poi lo scambio con Sepe aveva certificato la rottura; scambio che poi non si è concretizzato perché Sirigu non ha trovato la destinazione a lui gradita in quel di Napoli, la squadra ha preferito tenersi Meret e Ospina, o di Roma e questo ha bloccato tutto il giro.
    Quindi è rimasto per forza non per voglia. Peccato perché Sepe è un ottimo portiere. Le motivazioni poi fanno la differenza. Anche un Cordaz del Crotone non sarebbe male.
    Negli scorsi anni Salvatore ha avuto un rendimento pazzesco, una vera saracinesca, di gran lunga il migliore della serie A. Quest’anno è tornato sulla terra. Detto questo resto dell’idea che con la Samp non abbia colpe sui gol, Candreva ha potuto battere da pochi metri e la palla gli è passata tra le gambe per pura sfiga, magari l’anno scorso un centimetro nella traettoria avrebbe fatto la differenza. Sul secondo gol bravo Quagliarella, uno che i gol li sa fare da sempre, troppo rapidamente accantonato perché “esultava poco”.
    Purtroppo il destino di Sirigu era già scritto ad agosto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. luizmuller - 2 mesi fa

      L’importante è che non sia anche il destino del Toro, direi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. granataLondinese - 2 mesi fa

    In zona cesarini del calciomercato di quest’anno si stava per fare lo scambio con pepe o sbaglio?
    Lui giocò bene la prima con il mercato ancora aperto.
    È una testa calda, ha deciso che ne ha le palle piene di questo toro targato Cairo e ci sta dando una mano ad andare in B.
    Ma la colpa non è sua, società in primis e allenatore che non ha il coraggio di mettere ‘il donnaruma dei Balcani’ in porta.

    Forza Giampaolo, tira fuori gli attributi, ora di fare scelte coraggiose, altrimenti toccherà fare grosse dimensioni valigie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Simone - 2 mesi fa

    Dei due gol quello più grave è il secondo.
    La palla calciata da Quagliarella è all’altezza del rigore e quella palla così lenta che l’ha servito andava intercettata prima che arrivasse a lui.
    Errore macroscopico il secondo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Aca Toro - 2 mesi fa

    troppi gol subiti in poco tempo abbassano l’autostima e la sicurezza… forse lasciare spazio al secondo per qualche partita potrebbe aiutarlo a ricaricare le pile. Spero faccia parte della schiera di quelli che se ne vuole andare … rimane solo chi vuole se no si fa la fine di Nicolas e compagnia bella

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Aca Toro - 2 mesi fa

      spero NON faccia parte …. scusate

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. EUGENIO1962 - 2 mesi fa

    Totalmente concorde con cuoretoro. Insicuro lui , trasmette insicurezza persino sui rinvii cerca il compagno sbagliato. Gli dobbiamo tanto , ma ora un po’ di riposo. Altra cosa ; ma Izzo a dx e Bremer a sx non era meglio che mettere Rodriguez .? Ora è tutto molto più difficile con 6 punti invece di 13 come poteva essere. Ma continuiamo a tifare e non a demolire anche noi !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ulisse71 - 2 mesi fa

    mi pare che abbiano cercato in tutti i modi di cederlo, quest’estate, ovviamente “a fari spenti”. o perché è un rompicoglioni o perché se ne voleva andare lui. ed altrettanto ovviamente non ci sono riusciti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. granatasky - 2 mesi fa

    Se non lo avete ancora capito, Salvatore si è rotto i coglioni del mandrogno, delle sue bugie e delle sue false promesse.

    E fa solo bene.

    Dopo tutti i miracoli che ha fatto, quest’anno il mandrogno non solo non lo ha lasiato libero di partire, ma lo ha trattenuto con false promesse e con la solita cairese inguardabile.

    A Firenze la sua ultima parata importante, poi ha magniato la foglia e ha detto “basta”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bertu62 - 2 mesi fa

      Mi sa tanto che guardi troppa Sky caro amico, e non ti fa bene ascoltare quelli che sono messi lì apposta a “commentare” parlando di cose che manco conoscono… Che Sirigu si sia “rotto i c**ni” ci può anche stare però….Però 2 cose: la prima è che se davvero fossero arrivate offerte “congrue” allora sarebbe andato via di corsa, c’era già anche pronto il sostituto, ma la verità è che NESSUNO è arrivato alla porta di Vagnati con l’assegno pronto, già la scorsa stagione è stata PESSIMA e non lo dico tanto io quanto le classifica stessa, ESATTAMENTE come questo inizio di stagione, quindi non è riuscito ad andar via è molto molto più attinente alla realtà, proprio come quell’altro “fenomeno” di N’Koulou..La seconda cosa è che SE DAVVERO fosse un professionista esemplare allora, in attesa di andare “nel calcio che conta”, continuerebbe a fare del Suo meglio e a dare il massimo in ogni partita anche perché sennò è come darsi la zappa sui piedi da soli, se giochi da schifo e/o svogliato non è che “attiri” chissà quante “pretendenti”, casomai ci saranno le neopromosse o le squadre di bassa classifica in cerca di un profilo valido che si vuole rilanciare, peccato però che nel frattempo può dare tranquillamente l’addio alla Nazionale, ritrovata grazie al Toro…
      Eppoi dai, basta con ste pippe del “Cairo non li lascia partire”, non se ne può più! Se li vende sbaglia, se li tiene sbaglia, allora cosa si dovrebbe fare per avere dei giocatori MOTIVATI? STRAPAGARLI, tutti? Ma io Ti chiedo, IL GALLO, PERCHE’ RESTA? Cos’è, LO SCEMO DEL VILLAGGIO? Piantiamola una buona volta di giustificare SEMPRE i giocatori, quando Cairo sbaglia, PERCHE’ SBAGLIA, ECCOME se sbaglia, è giusto condannarlo, però è altrettanto giusto condannare gli sbagli dei giocatori, perché ANCHE LORO SBAGLIANO, proprio come sta facendo Sirigu adesso e prima di Lui N’Koulou….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 2 mesi fa

        Buonasera, Bertu62!
        Quasi sempre concordo con lei, e lo dico apertamente, ma questa volta dissento totalmente.
        La sua analisi su Sirigu mi pare ingiusta e non riconoscente, ingrata.
        Questo portiere, questo Uomo, ha fatto e dato molto, moltissimo al Toro e a tutti noi che tifiamo granata.
        Non credo assolutamente che gli attuali errori siano “voluti”, come mi sembra di aver intuito in ciò che Lei scrive.
        Penso semplicemente che tutti gli esseri umani possono avere alti e bassi, e che la resa sul lavoro non sempre può essere scevra da errori!
        Sirigu per me è, e rimane un grande portiere, che moltissimo ha dato alla causa granata.
        Oggi tutta la difesa fa acqua, e il centrocampo latita: Sirigu in queste ultime partite non riesce più a “mettere una pezza” su tutti gli innumerevoli errori dei compagni.
        Anche Sirigu è “umano”, e può sbagliare: non possiamo sempre e solo pretendere da lui dei “miracoli”!
        E terribilmente ingrato ed irriverente nei suoi confronti è per me anche solo pensare ad una sua “volontà” di danneggiare il Toro, sbagliando apposta: NON CI CREDO!!
        E non credo neppure ai dissapori con Cairo: se ci sono stati, li avranno appianati, nell’interesse di entrambi!
        Ultimo paragone offensivo, sempre secondo me, quello con Nkoulou!!
        Lì sì, nel rifiutare di giocare in Europa, vedo del dolo, un comportamento rivolto a danneggiare il Toro per ripicca e vendetta!
        Nkoulou sì, che ha apertamente dimostrato di pensare solo ed esclusivamente al proprio interesse personale, sebbene la Società granata abbia continuato a pagargli sempre un signor stipendio, e glielo paghi tuttora!!!
        Ma non Sirigu!!
        Mai e poi mai, credo io, Sirigu si abbasserebbe a compiere tali nefandezze, a “fare del male” volontariamente alla squadra a cui in questi anni ha dato tanto, per la quale ha lottato tanto, in aiuto della quale è corso in ogni partita, è intervenuto su ogni palla..
        Io credo che Sirigu sia veramente legato al Toro, e che tante cattiverie su di lui, solo perché sta vivendo un periodo di appannamento, lo offendano profondamente!
        Non dimentichiamoci:
        è solo grazie a Sirigu e a Belotti, a Belotti e a Sirigu, se oggi il Toro sta ancora giocando in serie A!
        Rinnovo tutta la mia stima, il mio rispetto e la mia fiducia nei confronti di Salvatore Sirigu.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. bertu62 - 2 mesi fa

          Buogiorno Madama_Granata….Anche se in colpevole ritardo mi preme risponderLe anche perché mi da modo di estendere e chiarire il mio pensiero…
          Posto che riconosco anch’io che in passato siano stati sia Sirigu che Belotti gli artefici delle nostre “fortune” (fare 63punti la prima ed esserci salvati dalla retrocessione in B la seconda, entrambe piuttosto misere se proprio vogliamo dirla tutta in quanto la prima non ci ha portato a nulla se non al 7° posto e la seconda, come ulteriore beffa arrivata esattamente l’anno seguente la prima, al 16° posto e salvi addirittura con 1 giornata d’anticipo…), mi rendo anche perfettamente conto che in un mondo perfetto questo sarebbe sufficiente per smettere di giocare ed essere mantenuto a vita dalla Società Torino FC 1906, ma ahimè non viviamo in un mondo perfetto né tantomeno questo calcio è (più) uno sport ed ancor meno è perfetto, anzi…Viviamo un calcio moderno in cui a farla da padrone sono il denaro, in primo luogo, i procuratori/agenti in secondo ed infine agli “stimoli” che costituiscono la molla “di riserva” nel caso i primi due facciano “cilecca”: proprio i due giocatori sopra menzionati rappresentano le due facce della stessa medaglia, Belotti che è al Toro per il 6° anno CONSECUTIVO nonostante abbia avuto PIU’ di un’occasione per “andare nel calcio che conta” mentre invece Salvatore avrebbe voluto “mollarci” già l’anno scorso ed ancora quest’anno lo davano tutti con la valigia in mano e le chiavi della macchina in tasca, e invece…. Non si tratta cara sorella granata di “ingratitudine” bensì di REALISMO, uno può anche andarsene domani (calcisticamente parlando) ma farlo da professionista, come hanno fatto in tanti in passato, da Glik a Darmian per citarne un paio, altri invece continueranno ad essere i Cerci o i Ljiaic della situazione, interessati solo al denaro ed ingannatori (dei tifosi) fino alla fine, altri ancora invece si “spengono” come sta accadendo al buon Salvatore ultimamente….
          Il Suo credere che Sirigu sia veramente legato al Toro è solo Sua cara Madama_Granata e nessuno ha il diritto di metterla in dubbio o di portargliela via, tantomeno il sottoscritto, tuttavia non per questo motivo la trasforma automaticamente in verità, soprattutto quando ci sono fior di numeri/dati che parlano da soli, “parlano” e dicono che Sirigu è passato dall’essere determinante ad essere ininfluente nell’arco di una stagione, dicono che la difesa è passata dal prendere 37gol a prenderne 68 in una sola stagione, dicono che aver già subito 22 gol nelle prime 9 partite di campionato ci pone all’ultimo posto in classifica e che subire 10 reti su 11 tiri fra Inter Lazio e Sampdoria NON E’ “roba” che appartiene al Sirigu che abbiamo avuto modo di conoscere ed apprezzare e che l’ha riportato MERITATAMENTE a vestire nuovamente la maglia della Nazionale…
          Ci ha portato a raggiungere quei famosi 63punti, ci ha evitato di finire in B, verissimo, ma adesso non per questo ci meritiamo di vederlo spettatore non pagante (ma anzi pagato) in ogni nostra partita, senza “mordente”, senza “cattiveria agonistica”, senza “gli occhi della Tigre”, forse un po’ di riposo lo aiuterebbe a ritrovare la voglia o a mettere ordine e a fare chiarezza nei Suoi pensieri….
          Infine una piccola nota a margine: sia Sirigu che Belotti per quanto mi riguarda hanno una NOTEVOLE dose di responsabilità per quanto è accaduto la passata stagione e per quanto ancora sta avvenendo in parte in questa proprio per quanto si è detto prima, per la Loro “leadership” unanimemente riconosciuta Loro… Mi sarei aspettato ed anzi avrei davvero fatto Loro un monumento commemorativo piazzato all’entrata del Filadelfia SE SOLO avessero preso i responsabili dello SCHIFO negli spogliatoi ed avessero dato Loro una lezione, indipendentemente dall’essere il capitano o meno (ed il fatto di essere il capitano e non aver mosso un dito PESA ancora di più sulle spalle di Andrea)…Mi tornano in mente le parole di Sinisa quando disse che “[..] anche se non ero il capitano quando parlavo io nello spogliatoio [della Lazio] tutti mi stavano a sentire..” e invece a Sirigu e Belotti sono mancati gli attributi per farlo, Loro rappresentavano noi tifosi, la Società ed in un certo senso avrebbero difeso se stessi salvaguardando il bene del Toro perché invece non facendo nulla e lasciando che si sprofondasse sono andati a picco anche Loro stessi (naturalmente parlando dal punto di vista delle “valutazioni” del cartellino, un conto è essere il portiere e l’attaccante della squadra che ha fatto il miglior girone di ritorno un conto invece è esserlo di una squadra che s’è salvata dalla retrocessione alla fine del campionato…), ma questa invece è UNA MIA CONVINZIONE, non pretendo assolutamente che la condivida 🙂 …
          FV♥G!! SEMPRE!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. donato - 2 mesi fa

      Basta???? E tu lo giustifichi???
      Insomma, se tu ti rompessi le palle di lavorare e però continuassi a percepire lo stipendio??? Credi che ti terrebbero?? Credi che conquisteresti la stima dei colleghi? Non credo
      Sirigu è un professionista è “Basta mi sono rotto le balle ” è inaccettabile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. FORZA TORO - 2 mesi fa

      ahaha ti pareva se il non brillante rendmento di Salvatore non fosse colpa di Cairo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. cuoretoro - 2 mesi fa

    Sono d’accordo adesso è evidente che sia il nostro punto debole, aggiungo che dà insicurezza continua alla difesa, spesso i difensori aspettano una sua uscita che puntualmente non c’è. Non aiuta mai i difensori sui cross e questo è gravissimo. Anche ieri il secondo gol per me è colpa di sirigu se guardate lo spiovente che parte dalla trequarti arriva sul dischetto del rigore e sirigu parte dal limite della linea piccola e se vedete prima fa un passo avanti poi torna indietro se esce con decisione arriva lui prima di quagliarella (che parte da 5 metri fuori area) sul pallone, o comunque arriva a contrasto con quagliarella e gli chiude lo specchio, così tornando indietro si trova nella terra di nessuno eed allora è sempre gol.
    E’ ora di cambiare, o provare Milinkovic o Ujkani quando torna. Sirigu anche al PSG aveva iniziato bene poi quando ha cominciato a sbagliare è stato un disastro, anche in Spagna l’hanno mandato via dalla disperazione.
    Mi dispiace perchè gli anni precedenti ci ha salvato in tantissime circostanze ma adesso ci manda in B, deve essere sostituito!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. granatadellabassa - 2 mesi fa

    Purtroppo ha smesso di fare miracoli ma dire che sia un problema è ingiusto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. torracofabi_13706409 - 2 mesi fa

      Sono perfettamente in linea con quello che dici, purtroppo a volte si cerca un capro espiatorio a tutti i costi senza guardare una cosa a 180 gradi. Nei vari commenti che spesso si leggono Izzo da uno dei migliori è diventato una pippa, stesso dicasi di NK, per non parlare di Zaza , non ha fatto in tempo ad arrivare che è stato surclassato di critiche (quel pazzo di Mazzarri lo teneva come quarta scelta)…. per qualcuno perfino Belotti andava sbattuto in panchina…. lasciamo perdere Verdi…. praticamente si sente di tutto. Per carità, ognuno è libero di pensarla come gli pare ma,per Sirigu passare dal fargli una statua a criticarlo in questa maniera ce ne vuole….. ha semplicemente smesso di fare miracoli, quei miracoli che hanno salvato Mazzarri un infinità di volte. Per me resta il miglior portiere italiano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. torracofabi_13706409 - 2 mesi fa

        360

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Madama_granata - 2 mesi fa

        Torracofabi: condivido ogni parola del suo post!
        Siamo tifosi incostanti, ingrati, irriconoscenti, con la memoria corta.
        L’ho scritto più volte: molti dei nostri giocatori sono passati dal “ti vogliamo granata a vita” a subire gli insulti più infamanti, fino al sentirsi dire che fanno errori appositamente x danneggiare il Toro!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Guevara2019 - 2 mesi fa

    Vero,quest’anno anche lui è stato colpito dalla pandemia fankazzista che ha colpito dallo scorso anno quasi tutti,al netto delle pippe che abbiamo e che avevamo in squadra.
    Possiamo ringraziare lui e Belotti per la salvezza della scorsa stagione,ma quest’anno se non cambierà il rendimento,anche per questo motivo il destino per noi pare già segnato.
    La nostra unica speranza è che finiscano i blackout,ormai sono una consuetudine,pare che sia diventata una regola e siamo arrivati a dicembre senza notare miglioramenti.
    Proviamo con Segre,Gojak e magari inserendo Buongiorno in difesa,sia completata la linea verde iniziata con Singo,chissà magari saranno loro a toglierci dalla nitta permanente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. ALELUX777 - 2 mesi fa

    Ci vorrebbe ibraimovic…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. pupi - 2 mesi fa

    Tirar fuori Sirigu per i goal di ieri significa andare completamente fuori strada. Candreva gli ha tirato una scassata da pochi passi e li la prendi solo se te la tira addosso, della seconda rete non parlo nemmeno. Addirittura ieri si è arrivati ad affermare come Audero avesse fatto miracoli. Ha parato roba parabilissima, non ho visto nessun miracolo. I problemi sono altri se ad ogni gara gli avversari arrivano a 2 passi indisturbati. Persino l’Entella, vabbé era fuorigioco, ma la schifezza era stata fatta comunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 2 mesi fa

      Aiutero non ha fatto miracoli ma sirigu non ne prende più una, ecco spiegato i non risultati rispetto al record Mazzarriano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Il Giaguaro - 2 mesi fa

      L’ho già scritto altre volte; purtroppo l’ultima parata decisiva che gli ho visto fare è stata a Firenze, prima giornata. Ieri Candreva gli ha tirato, seppur forte, addosso! Nonostante ciò la palla gli è passata in mezzo alle gambe, che per un portiere è la cosa più umiliante! Sirigu non è più lui…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. pieffe6_12241756 - 2 mesi fa

    Due bianconeri di seguito! Juve e Udinese! Speriamo che vedendo bianconero il Toro si svegli da questo torpore! 6 punti sono alla nostra portata se si gioca col coltello tra i denti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. pieffe6_12241756 - 2 mesi fa

    Forza Vecchio Cuore Granata

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy