Torino-Milan-UEFA, 5 domande e 5 risposte: ecco tutto ciò che c’è da sapere

Torino-Milan-UEFA, 5 domande e 5 risposte: ecco tutto ciò che c’è da sapere

Focus on / 5 chiarimenti sulla situazione del Milan e sull’eventuale ingresso del Torino in Europa League

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

DEFERIMENTO

BERGAMO, ITALY - FEBRUARY 16: AC Milan Sporting Strategy & Development Director Paolo Maldini and AC Milan Club Sporting Director Leonardo De Araujo before the Serie A match between Atalanta BC and AC Milan at Stadio Atleti Azzurri d'Italia on February 16, 2019 in Bergamo, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Sfumata l’Europa sul campo, al Torino rimane una possibilità. Il Milan rischia di rimanere fuori dalle Coppe Europee a causa del Fair Play Finanziario, per cui era stato escluso anche lo scorso anno, salvo poi fare ricorso al TAS e giocare comunque in Europa League. Qualora il Milan dovesse essere sanzionato anche in questa stagione, in Europa League subentrerebbe il Torino, che quindi guarda con attenzione alla sentenza della Camera Arbitrale. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla vicenda Milan-Uefa.

Per cosa è stato deferito il Milan? Il Milan è stato deferito ad aprile dalla Camera di Investigazione Uefa per il Controllo Finanziario dei Club (CFCB) perché non è riuscito a rispettare il requisito del pareggio di bilancio dal 2015 al 2018. I rossoneri sono recidivi e hanno un appello in corso al TAS per la stessa violazione relativa agli anni dal 2014 al 2017.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bergen - 4 mesi fa

    Articolo pieno di imprecisioni.

    DEFERIMENTO. Il Milan AC al momento dichiara di non aver presentato ricorso (per il 2° deferimento). A riprova starebbe il fatto che non é calendarizzata l’udienza. Magari é uno scoop di TN invece.

    SENTENZA. I contenuti delle medesima sono difficili da pronosticare (per l’assenza di automatismi nel sistema sanzionatorio). Se ci dovessimo basare sui risultati dell’accordo relativo al primo deferimento (2018), si dovrebbe pensare ad un inasprimento delle sanzioni ma va ricordato che il precedente stabiliva l’esclusione delle competizioni a decorrere dall’anno successivo (2022) a quello (2021) del mancato pareggio (con franchigia).

    IL TORO. Beneficerebbe della esclusione del Milan, a condizione che, alternativamente (i) la sanzione contenesse (improbabilmente) l’esclusione dalle competizioni nella prossima stagione, oppure (ii) che fosse il Milan, di fronte a sanzioni molto pesanti in termini di limitazioni alla rosa ed alla spesa (probabili), a proporre un accordo (come nel caso del deferimento 2018), il quale accordo includesse la mancata partecipazione alle competizioni da scontare subito (2019/20) e non più avanti.
    Questa é un’ipotesi che il Milan avrebbe convenienza a proporre, in un anno in cui chiude il bilancio con altri 100 milioni di perdita (foriera di ulteriore deferimento), quasi sicuro pacchetto di sanzioni (multa, blocco del mercato, limitazione al nr di giocatori con cui partecipare alla competizione). Così facendo si toglierebbe la rogna in un anno di transizione e ripartirebbe di slancio nelle stagioni successive.

    Va però precisato che, anche in questa eventualità, si tratta pur sempre di conseguenza sanzionatoria, derivante da un settlement Agreement, ovvero un accordo tra il club e l’UEFA.
    NON SI TRATTA MAI DI RINUNCIA VOLONTARIA tout court, che é un’ipotesi che il Regolamento prevede (senza subentro) per prevenire il rischio di accordi tra club.
    NON SAREBBE PREFIGURABILE mai una rinuncia del Milan alle competizioni, al di fuori di un accordo per la definizione/riduzione delle sanzioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CUORE GRANATA 44 - 4 mesi fa

      Grazie Bergen per l’esposizione molto chiara circa il contenzioso Milan\Tas e l’eventuale “coinvolgimento” del Toro nella questione che resta di per sé intricata.E’ auspicabile che il tutto,come detto in altri commenti,si concluda in tempi rapidi,per consentire eventualmente al Toro “di organizzarsi in modo adeguato” atteso che i preliminari EL inizieranno “prestino”.Cordialmente e sempre FVCG!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granatadellabassa - 4 mesi fa

    Tutto ok purché ci dicano con il dovuto preavviso se dobbiamo preparare la squadra per i preliminari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. gianni panchieri - 4 mesi fa

    Ma come ragionano quei signori che fanno le regole.Se ci sono delle leggi da rispettare si rispettano,senza se e senza ma.Il milan deve essere punito e il Toro prende il suo posto.Invece qui le cose sono chiare,ognuno fa quello che vuole tanto non viene sanzionato perchè sono squadre blasonate che hanno vinto champios ecc.Vorrei vedere se fosse stato il Toro a non restare nei parametri,col cavolo faremmo la coppa.Questa è la giustizia sportiva e non.Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13719128 - 4 mesi fa

    Non credo che la UEFA scenda a patti con il Milan, soprattutto dopo il ricorso al Tas dello scorso anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ProfondoGranata - 4 mesi fa

    insomma se il Milan viene sanzionato ed escluso passa il Toro.
    se invece il Milan rinuncia alle coppe non va nessuno al suo posto.
    ma oltre a fare in dispetto al Toro, quale sarebbero i razionali per una rinuncia? che vantaggio avrebbe il Milan se rinunciasse alle coppe? Non sarebbe più utile cercare di ottenere una sanzione lieve che non preveda l’esclusione?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blasted9_935 - 4 mesi fa

      Si dice, nel caso in cui vadano in europa league, possano rinunciare per evitare la competizione e focalizzarsi sul campionato. Cosa che io ritengo comunque improbabile ma tant’è.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bergen - 4 mesi fa

      Nessun vantaggio.
      Quella che viene definita rinuncia potrebbe essere una proposta di sanzione inserita dal club stesso in una ipotesi di accordo da raggiungere per limitare le sanzioni.
      Da notare è che se il Milan non mette qualcosa di pesante sul piatto saranno club come Roma e Inter a ricorrere , dato che per molto meno hanno scontato sanzioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. anpav - 4 mesi fa

    Condivido i tuoi concetti.
    Anzi, se parliamo di giustizia e merito, i punti sarebbero 63 o 64 o 65.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Maruzza44 - 4 mesi fa

    Io personalmente continuo ad avere delle perplessità circa l’eventuale partecipazione del Toro in EL, passando x i preliminari. Stralunerebbe tutta la preparazione al Campionato con conseguenze sicuramente non positive. Comunque non dipenderà da scelte societarie, ma da fattori esterni. Stiamo a vedere cosa succede

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Junior - 4 mesi fa

    Se non va il Milan, questo è l’anno in cui ce la meritiamo di più. Complessivamente abbiamo disputato un buon campionato e 60 punti sono tanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy