Torino-Novara 4-1: possesso palla e quattro gol, Giampaolo inizia bene

Torino-Novara 4-1: possesso palla e quattro gol, Giampaolo inizia bene

Al 90′ / Due gol per tempo per i granata: a segno Belotti, Zaza, Segre ed Edera

di Redazione Toro News

Finisce 4-1 a favore dei granata la prima amichevole della stagione 2020/2021 del Torino, allo stadio Olimpico-Grande Torino contro il Novara. Due gol per tempo per i granata, ma in queste occasioni il risultato passa in secondo piano: quel che contava è che la squadra iniziasse a mostrare l’identità impartita da Giampaolo e da questo punto di vista le prime sensazioni sono buone, considerato il contesto particolare.

LEGGI ANCHE: Torino, Giampaolo: “Per ora sono contento. Al Filadelfia si respira la storia”

Giampaolo, per la sua prima uscita, punta su Rincon regista (in attesa del nuovo innesto in quel ruolo), sono subito titolari i nuovi acquisti Rodriguez (laterale difensivo a sinistra) e Linetty (mezzala sinistra), mentre Berenguer gioca trequartista a ridosso di Zaza e Belotti. Parte fuori l’ultimo arrivato, Vojvoda: a giocare da terzino destro è Izzo. Assenti Lukic e Millico. I due, stando a quanto filtra, avrebbero subito un affaticamento muscolare e per questo non hanno fatto parte della rosa contro il Novara. I granata prendono fin da subito il comando delle operazioni puntando su un fitto e veloce possesso palla e su un pressing molto alto che punta a soffocare fin dal principio la costruzione del Novara. In questo modo arriva il gol che sblocca la partita: al sesto minuto Zaza sfrutta un errore in disimpegno di Pagani e buca con il sinistro Marricchi. Il raddoppio è firmato Belotti: il capitano granata inizia bene la sua sesta stagione al Torino, facendo centro con un bel destro a giro dal limite dell’area a conclusione di un’ottima transizione offensiva in velocità. Poco dopo Meité potrebbe fare tris, ma è poco deciso sottoporta.

I ritmi comprensibilmente calano, anche perchè Giampaolo è ostinato nel chiamare il pressing alto della squadra. Ne beneficia il Novara, che alla mezzora accorcia le distanze dopo un’azione manovrata: dalla destra arriva il cross di Pagani per la testa del centravanti Bortolussi, che con una bella incornata sul secondo palo batte Sirigu. Il primo tempo termina sul 2-1, poco dopo un’occasione mancata da Zaza in area.

LEGGI ANCHE: Torino-Novara 4-1, Ansaldi: “Giampaolo vuole vederci giocare a calcio”

Nel secondo tempo, Giampaolo sceglie di cambiare totalmente la formazione. Molta curiosità per Vojvoda, posizionato terzino destro: il kosovaro mette in mostra voglia di fare, un bel passo e buona tecnica. Per il resto si rivedono giocatori rientranti da prestito (Milinkovic-Savic, Segre, Kone, Rauti, Buongiorno e Falque) oltre a volti noti come Ansaldi ed Edera. Quest’ultimo ha una grande occasione: bello slalom in area, ma sinistro a lato. Falque divora una grande occasione, poi – al 75′ – Segre fa in modo di mettere un mattoncino verso la permanenza scagliando un gran destro di prima intenzione all’angolino per il 3-1. Al minuto 85′ è Edera a chiudere i conti trovando l’acuto personale. Finisce così la prima uscita del nuovo Torino: prossimo appuntamento mercoledì 2 settembre, quando allo stadio Olimpico-Grande Torino arriverà la Pro Patria.

Torino 4

Novara 1

Marcatori: Zaza 6’ p.t., Belotti 10’ p.t., Bortolussi 30’ p.t., Segre 30’ s.t., Edera 40’ s.t.

Torino (4-3-1-2): Sirigu (Milinkovic-Savic 1’ s.t.); Izzo (Vojvoda 1’ s.t.), Bremer (Djidji 1’ s.t.), Nkoulou (Buongiorno 1’ s.t.), Rodriguez (Ansaldi 1’ s.t.); Meité (Aina 1’ s.t.), Rincon (Segre 1’ s.t.), Linetty (Kone 1’ s.t.); Berenguer (Falque 1’ s.t.); Zaza (Edera 1’ s.t.), Belotti (Rauti 1’ s.t.). Allenatore: Giampaolo

Novara (4-5-1): Marricchi; Cagnano, Bove (Bartoli 88’ s.t.), Bellich, Pagani (Baldi 77’ s.t.); Zunno (Gonzalez 1’ s.t.), Schiavi, Collodel (Hrkac 16’ s.t.), Nardi, Cisco (Piscitella 1’ s.t.); Bortolussi (Pinotti 1’ s.t., Tordini 77’ s.t.). Allenatore: Banchieri

Arbitro: Papale

Ammoniti: –

Espulsi: –

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gianluca - 3 settimane fa

    Ho visto solo il secondo tempo di ieri e gli highlight del primo. Poiché quando si prende gol in queste partite è sempre grave – e mi pare che abbiamo concesso troppo in ogni caso, la rete non è un fatto isolato, nella ripresa ci sono state diverse ripartenze – non sono soddisfatto. A prescindere da questo, in attesa dei nuovi test di simile difficoltà, mi chiedo perché questa avversione per Berenguer (ieri sempre nel vivo delle azioni pericolose, ormai esperto… ed è un ’95 diamine!!!!), Rincon (ok, non ha un ruolo ben definito, ma è uno che ci sta in rosa), infine Iago. Questa storia dell’ala è falsa. Lui se sta bene può giocare ovunque. Ha segnato 12 gol il primo anno (35 presenze), 12 il secondo (37) e 6 il terzo (26 di cui molti spezzoni). Lo scorso anno è sttao perso. Io temo non sia integro e allora ok, non serve ahimè. Però se stesse bene era e resta il più forte che abbiamo. Dietro invece serve un difensore centrale di piede sinistro, possibilmente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gianluca - 3 settimane fa

      Iago tutto questo senza tirare i rigori o tirandone pochi (non ho il quadro preciso. Quindi roba da andare oltre i venti.. altro che Ljajic. E Berenguer idem…si estranea spesso dalle partite, ma quando incide fa male agli avversari e lo scorso anno è stato il nostro secondo miglior marcatore. Senza rigori. Quindi da potenziale doppia cifra pure lui.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 3 settimane fa

      Il fatto che Berenguer è un 95 che vuol dire? Credi cresca e lo rivendi a 50 milioni? Lui è quello, fosse anche del 65. Se hanno offerto 8 milioni lo porterei col fiocco, naturalmente usando i soldi per comprare qualcuno. Se non compra, almeno fa numero quando si rompe qualcuno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. lucapecc_908 - 3 settimane fa

    Se diamo via Izzo,Lyanco e Djidji manca anche un difensore..
    sono d’accordo sl cedere Rincon, Lyanco, Millico, Djidji, Berenguer o Iago se li pagano il giusto
    Non sono d’accordo su Edera che deve restare perchè davanti può servire e parecchio e con Giampaolo può imparare i movimenti giusti che Longo ha iniziato a spiegargli. Non è un caso che lo cerchi il Sassuolo.
    Tieniamolo con noi, ci saranno tanti turni infrasettimanali e meglio lui e Rauti, Segre e Konè che possono migliorare di giocatori come Iago che, forse, hanno già dato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. GlennGould - 3 settimane fa

    Bene così.
    Ora via Izzo Millico e Edera.
    Soprattutto i primi due mele marce nello spogliatoio che, per il bene del toro, devono andarsene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Il_Principe_della_Zolla - 3 settimane fa

    Izzo, Rincon, Edera, Falque, Berenguer, Djidji (oltre agli assenti Lyanco e Millico) OUT.
    Segre, Kone IN.
    Mancano il play basso (Segre l’alternativa) e il trequartista titolari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cuore granata 69 - 3 settimane fa

      Concordo…forse uno tra Iago e Berenguer per poter magari fare un 433 ogni tanto se necessità uno dei 2 può restare..Kone sono 3 anni che se lo vedi dici questo per me diventa forte forte..deve stare coi piedi per terra..tende ogni tanto a strafare..ma ha grande potenzialità e questo detto anche da Bava al sottoscritto una volta che ero a seguire la primavera…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Rimbaud - 3 settimane fa

        quest’anno ha pesato tanto l’infortunio, in linea di massima mi sembra uno su cui puntiamo, è uno dei pochi che è sempre stato aggregato

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Bastone e Carota - 3 settimane fa

    Edera non trova l’acuto personale, finalizza un’azione caparbia di Vojvoda. E’ suo infatti tutto il lavoro, ma non viene neanche ringraziato se non ho visto male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 3 settimane fa

      Azione ed assist di Vojvoda e gol di Edera. Punto.
      Se non ci fosse stata l’azione di Vojvoda, Edera non avrebbe segnato.
      Se non ci fosse stata la finalizzazione di Edera, Vojvoda non avrebbe segnato.
      Mi sembra normale, come in quasi tutte le azioni di gioco.
      2 compagni: uno conduce l’azione e confeziona l’assist, l’altro segna.
      Magari la prossima volta succederà il contrario.
      Cerchiamo di non mettere i ragazzi uno contro l’altro con i nostri commenti, ma favoriamo il loro affiatarsi ed integrarsi: solo così tante individualità diventeranno una squadra.
      Il Toro diventerà una squadra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. praly66 - 3 settimane fa

    Buone sensazioni, forse pesacare nella Primavera e nei prestiti in giro può dare sorprese. Per contro Zaza da vendere subito, con Izzo e Djiji. Rincon è il nuovo Gazzi, ma non un regista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. mah... - 3 settimane fa

    Gran lavoro di Rauti. Kone ottimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Cuore granata 69 - 3 settimane fa

    Buona partita di allenanento..2 annotazioni Rincon nel centrocampo di Giampaolo non vedo come possa giocare..davanti alla difesa serve un play che dia i tempi di gioco e faccia della qualità’ nei passaggi la sua maggior prerogativa..Rincon va bene nel fare il.nediano di rottura .meglio Segre li davanti alla difesa ad impostare che potrebbe essere una piacevole sorpresa(avevo visto qualche partita nel chievo nei play off e mi aveva destato buona impressione)anche se li.manca il titolare che vuole Giampaolo.seconda anotazzione per me il gallo e zaza non so quanto6 possano giocare insieme che se ne dica sono 2 prime punte..Belotti preferisco stia li mezzo nel vivo del gioco non quando 8inizia ad andare a cercare il pallone sulla fascia.vedremo poi se Iago o Verdi possano fare il trequartisti..sono fiducioso anche se mamcano ancora dei taselli ed alcuni per me in questo modulo non troveranno spazio..quindi buon lavoro Vagnati ve ne ancora molto da fare..Fvcg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bela Bartok - 3 settimane fa

      Concordo, le indicazioni sono quelle e del resto erano abbastanza prevedibili. Mi chiedo se Rincon possa essere utilizzato come mezz’ala, anche se in rosa ne abbiamo parecchi in quel ruolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 3 settimane fa

      Iago ERA un esterno. Se trovano qualcuno che paga in Spagna, meglio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cuore granata 69 - 3 settimane fa

        Si concordo Iago è adatto in un 433 quando fa l’esterno alto parte negli ultimi 39 metri dalla fascia o si accentra e val al tiro o va sulla fascia e tenta il cross..le migliori stagioni sue nel genoa di Gasperini e con noi con Sinisa le fece in un 433..con lui il gallo in mezzo e lijiac sul versante opposto..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Cuore granata 69 - 3 settimane fa

          30 metri

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy