Torino-Sampdoria 1-1, Giampaolo: “Un pari di prestigio: il Toro è quasi al top”

Torino-Sampdoria 1-1, Giampaolo: “Un pari di prestigio: il Toro è quasi al top”

Post-partita / Le dichiarazioni dell’allenatore blucerchiato al termine del match

di Gino Strippoli

Al termine della partita tra Torino e Sampdoria Marco Giampaolo si presenta ai microfoni dei giornalisti. Ecco il commento del tecnico blucerchiato sulla prestazione dei suoi: è stato innanzitutto stuzzicato sulle parole di Mihajlovic, che ha parlato di una Sampdoria capace di capitalizzare al massimo le pochissime occasioni avute.

“Non devo rispondere a Mihajlovic, lui fa le sue considerazioni. Abbiamo fatto una partita seria, di applicazione. La squadra ha fatto la sua partita, con voglia di riscattarsi, e ha preso gol solo su un infortunio tecnico. Schick? Ha avuto un infortunio alla spalla alla fine del primo tempo, nell’intervallo abbiamo provato a curarlo, poi una volta rientrato in campo ha capito che non ce la faceva”.

“In alcune partite, l’intensità fisica e mentale fa la differenza. Contro il Crotone non abbiamo fatto abbastanza bene, forse pensavamo che sarebbe stato tutto facile. Oggi, in un palcoscenico diverso, una partita bella e stimolante, abbiamo fatto bene”.

“Praet è un giocatore importante, Linetty un trattore instacabile che sa anche giocare. Nella mia visione, però, Praet non può fare il trequartista, perchè chi gioca lì deve avere caratteristiche diverse. Da mezzala può avere prospettive diverse. Silvestre? Era già forte prima che lo conoscessi io. Oggi sicuramente è in grande spolvero e insieme a Skriniar formano una coppia strepitosa”.

“Sapevo che stasera avremmo fatto una partita seria. Abbiamo fatto una partita accorta contro una squadra forte, che si avvicina al top delle squadre per qualità. Loro sono forti nell’uno contro uno e nelle ripartenze, noi non abbiamo rinunciato a stare alti, per tenerli più lontano possibile dalla nostra area. Abbiamo subito un gol per infortunio tecnico, e abbiamo avuto il problema fisico di Schick. Ma siamo sempre stati bravi a stare dentro la partita: abbiamo rimediato al calo di intensità avuto nella partita contro il Crotone”. 

“Il Toro ha grandi qualità di palleggio e quando riparte, sa essere avvolgente. Ma credo che li abbiamo limitati molto, stando alti, stando sempre compatti, facendoli giocare poco. Se vieni qui a difenderti e basta rischi di subire l’imbarcata perchè loro sono forti e stanno bene. Dopo il nostro vantaggio, però, abbiamo avuto l’occasione per raddoppiare. Poi abbiamo rinunciato forzatamente a un terminale importante come Schick. Sono contento per questo pari. E’ un risultato di prestigio: non so, quante partite ha perso il Toro qui? Una. Direi che questo la dice lunga…”

Chiude il tecnico blucerchiato, rispondendo così alla domanda se, fosse il presidente, riterrebbe la clausola rescissoria di 25 milioni per Schick troppo alta: “Fossi il presidente, sarei ricco…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy