Torino e Belotti, tra gli assist e la malizia riecco il gol: mancava da sette partite

Focus on / Il capitano granata torna al gol dopo sette turni di astinenza: è la sesta stagione consecutiva che il “Gallo” segna almeno 10 gol in Serie A

di Nicolò Muggianu

Si è sbloccato Andrea Belotti, che contro la Fiorentina è tornato al gol dopo sette turni di stop. Un’astinenza insolita per il capitano del Torino che, dopo una partenza sprint fatta di sei gol nelle prime cinque partite di Serie A, si era inceppato dal punto di vista realizzativo da Roma-Torino del dicembre scorso in poi. Un digiuno che il “Gallo” è riuscito però ad interrompere ieri sera, con una spaccata su assist di Verdi che ha permesso alla squadra di Nicola di agguantare un pareggio che sa comunque di occasione persa contro una Fiorentina rimasta in doppia inferiorità numerica nell’ultimo quarto d’ora di partita. Sarebbe però riduttivo descrivere la partita di Belotti solo con il gol del pari: nel primo tempo ha confermato la sua recente evoluzione come uomo-assist mettendo Zaza davanti alla porta con una sponda di test (poi il lucano ha colto la traversa). Nel secondo tempo, poi, ha indotto Di Bello a espellere Milenkovic accentuando il colpo ricevuto con una malizia border-line.

TURIN, ITALY – JANUARY 29: Nikola Milenkovic of Fiorentina is tackled by Andrea Belotti of Torino during the Serie A match between Torino FC and ACF Fiorentina at Stadio Olimpico di Torino on January 29, 2021 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

IL RECORD – A rimanere negli almanacchi però sono le volte in cui si gonfia la rete e quello contro la Fiorentina è stato il decimo gol stagionale per Belotti, che ha così toccato la doppia cifra in termini di reti realizzate per la sesta stagione consecutiva da quando è arrivato al Torino. Meglio di lui nella storia del club granata è stato in grado di fare soltanto Paolo Pulici (sette stagioni consecutive in doppia cifra in Serie A tra il 1972 e il 1979), che il “Gallo” insegue nella classifica marcatori all-time della storia del Torino in Serie A pur restando ancora a debita distanza (89 a 134 ndr). Con la rete messa a segno ieri, inoltre, Belotti è diventato l’unico giocatore italiano ancora in attività ad aver segnato almeno 10 reti in tutte le ultime sei stagioni nei top-5 campionati europei. Un bel riconoscimento per il classe ’93, che sta letteralmente riscrivendo le pagine della storia recente del Torino.

TURIN, ITALY – JANUARY 29: Andrea Belotti and Simone Zaza of Torino clash with Cristiano Biraghi and German Pezzella of Fiorentina during the Serie A match between Torino FC and ACF Fiorentina at Stadio Olimpico di Torino on January 29, 2021 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

FUTURO – E mentre sullo sfondo – come affermato in più di un’occasione dal presidente Urbano Cairo – c’è sempre la delicata questione relativa al rinnovo di contratto, Belotti è tornato a fare quello che da sempre gli riesce meglio: segnare e aiutare il Torino a portare a casa punti. Tutt’altro che un dettaglio per il mister Davide Nicola, che nel post partita ha commentato così il ritorno al gol del suo capitano: “Dopo aver vestito i panni di uomo assist Andrea ha ritrovato il gol e sono contento, ma sono ancor più contento dell’atteggiamento di entrambi gli attaccanti che si sono messi a disposizione della squadra“. Insomma, la lotta per la salvezza è appena cominciata ma per il Torino la certezza è sempre Andrea Belotti. E il fatto che abbia ritrovato il feeling col gol non può non essere una delle poche buone notizie in casa Toro.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14287754 - 4 settimane fa

    il gallo e un meraviglioso giocatore non un santo anche se è uno dei più onesti che ci sono ieri milenkovic il gesto la fatto noi non possiamo sapere di che entità era quindi non toccate il gallo o siete gobbi di m……. il capitano e semplicemente un grande giocatore e una gra persona grazie capitano senza di te avvremo 4 punti sei l’unica speranza che abbiamo di restare in serie A

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mp63 - 4 settimane fa

      Condivido il tuo pensiero. Andate a vedere Chiesa ( scuola fiorentina ) che non appena lo toccano urla come un matto e vola per aria. Andate a veder chi ha subito più falli in serie A. Stanno cercando di infangare Belotti. Non se lo merita. Se lo merita chi dubita del capitano. Di stare nel fango di un colore particolare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. grulp_420 - 4 settimane fa

    Ieri sera Belotti ha fatto una figura meschina che gli rimarrà addosso a vita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Il_Principe_della_Zolla - 4 settimane fa

    La pagliacciata con cui ha fatto espellere Milenkovic l’avesse fatta uno strisciato saremmo qui a insultare. Proprio non mi è piaciuto. Per il resto anche lui è nel minestrone della mediocrità forse del peggior Torino di sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Garnet Bull - 4 settimane fa

    È da anni il giocatore che in serie a subisce più falli eppure ho letto commenti accusatori da parte di un botto di tifosi di altre squadre, come se fosse un dybala qualsiasi… è un campione oltre ad essere intelligente, e se un Milenkovic qualunque fa il piciu ne approfitti perché ti stai giocando la permanenza in a, stupido il serbo a fare un gesto plateale e completamente inutile… Credo sia la prima volta che ho visto belotti accentuare una caduta, cosa che d’altronde nel mondo fanno tutti i giocatori, TUTTI, in maniera anche peggiore ma soprattutto facendolo ogni partita… Grande gallo, resta e diventa il più prolifico di tutti in maglia granata, sei un campione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. grulp_420 - 4 settimane fa

      Se permetti dissento….
      Le sceneggiate del ghiaccio sulla fronte è troppo….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mp63 - 4 settimane fa

        Hai ragione ma Milenkovic è comunque un pichiatore. Il ghiaccio lo devono mettere all’arbitro e ai suoi colleghi del var. Incapaci.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. stanislaobozzi - 4 settimane fa

    comunque senza la sua “furbizia” ieri sera manco si pareggiava.
    senza belotti avremmo due punti in classifica
    grazie di esistere andrea meriti un toro diverso che purtroppo non c’è più
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 4 settimane fa

      Ma come no?
      Con Nicola è tutta un’altra musica.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. stanislaobozzi - 4 settimane fa

        e chi ha parlato di Nicola ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Toroperduto - 4 settimane fa

          Non ce l’avevo con te.
          Mi riferivo alla tua frase che senza Bellotti ieri manco si pareggiava, visto che per molti si sarebbe cambiato musica con il cambio di allenatore.

          Per me c’è troppa gente che non guarda le partite.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. mp63 - 4 settimane fa

    Commentare Belotti e parlare di malizia è assurdo. Prende calcioni e gomitate in ogni partita, ma gli arbitri lotitiani non vedono mai i falli e al var in quei momenti stanno prendendo un caffe, anzi non possono intervenire. Più di così cosa può fare? Ieri sera al rientro in campo per il secondo stava parlando con zaza il genio ma questo personaggino non stava ad ascoltarlo, invidioso e ignorante qual’è. Zaza ha fatto 10 goal in 6 campionati. Povero Andrea, giocare con dei compagni di squadra così è proprio avvilente. Forza gallo, sei uno dei pochi che ci può aiutare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy