Torino-Udinese 1-0: Belotti firma la prima vittoria di Longo

Al 90′ / Boccata d’ossigeno per il Torino, che ritrova tre punti che mancavano dal 12 gennaio scorso. Decidono il gol di Belotti e le parate di Sirigu

di Nicolò Muggianu

Il Torino torna alla vittoria dopo quasi sei mesi. Belotti regala tre punti pesantissimi ai granata, che battono una diretta concorrente e staccano di sei punti la zona retrocessione (con Lecce e Genoa già sconfitte nel corso della 27° giornata). Una boccata d’ossigeno per Moreno Longo, che conquista così la sua prima vittoria da allenatore del Torino. 1-0 per i granata il risultato finale maturato all’Olimpico Grande Torino tra Torino e Udinese.

AL 45′ – Il Torino arriva all’Olimpico dopo il punticino colmo di rimpianti raccolto contro il Parma. Tante le aspettative per la squadra di Longo, che è chiamato a trovare i primi tre punti della sua gestione. A partire meglio però è l’Udinese, che al 14′ va vicinissimo al vantaggio con Stryger Larsen che scheggia il palo su cross di Sema. Grande spavento per il Torino, che trova invece il vantaggio due minuti più tardi. Edera parte in contropiede e serve sulla sinistra Belotti, che spacca la porta e segna una rete da record: è infatti la quinta stagione di fila che il “Gallo” segna almeno 10 gol con la maglia del Torino (LEGGI QUI). Al 30′ un episodio che farà discutere: scontro aereo tra Samir e Nuytinck e successivo gol di Edera. Il gol però non è valido a causa del fischio di Maresca, arrivato prima che il pallone entrasse in rete. Impossibile, da regolamento, appellarsi al Var ma l’errore del direttore di gara resta piuttosto grossolano. In chiusura di primo tempo, tra il 30′ e il 42′, decisivi anche due miracoli di Sirigu bravo a dire di no prima a Fofana e poi a De Maio.

AL 90′ – Il secondo tempo riprende con ritmi decisamente più bassi, complice anche il grande caldo dell’Olimpico Grande Torino e la non perfetta condizione atletica delle due squadre. Si fatica a trovare un’occasione da gol concreta nel corso dei secondi 45′, con le due squadre che abbassano in maniera piuttosto evidente baricentro ed intensità. Una scelta dovuta anche ai cambi operati da Longo, che difende il vantaggio inserendo prima Aina e poi Lukic al posto rispettivamente di Edera e Zaza. Unico sussulto della ripresa, il tiro Belotti respinto da Musso all’88’. Nonostante la fatica, il Torino riesce a mantenere il vantaggio fino al triplice fischio. Sono tre punti pesantissimi per il Toro, che batte una diretta concorrente per la salvezza e si porta a +6 dal Lecce terzultimo. Prima vittoria granata per Moreno Longo, che raccoglie i primi tre punti della sua gestione. Boccata d’ossigeno per il Torino, che ritrova una vittoria che mancava dal 12 gennaio scorso.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

22 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. renato (quello vero) - 5 mesi fa

    Queste due partite mi hanno fatto vedere un Toro decisamente diverso dal precedente. Un po’ più di grinta rispetto a prima (qualcuno dirà che ci voleva poco, intanto però ora c’è), la voglia di correre e di giocare per 90′ e di non arrendersi troppo facilmente.
    Due sole cose però non mi convincono ancora. La prima sono gl’innumerevoli passaggi indietro, ieri sera ho rischiato alcune decine d’infarti…
    La seconda è la presenza in campo di Zaza. Sempre nullo quando va bene altrimenti dannoso. Sinceramente non so perchè si continui ad insistere su di lui. Non venitemi a dire che è un investimento oneroso e che quindi deve giocare “per forza”. In una società sportiva il risultato sportivo fa da traino per tutti gli altri risultati, compreso quello economico.
    Ieri sera si è visto, quando è entrato Lukic la partita ha preso un’altra piega.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. christian85 - 5 mesi fa

      Renato (quello vero),
      che ci voleva poco per metterci più grinta è alquanto ovvio, ma più che grinta, sarebbe bastato non farci vedere scempi del genere come lo 0-7 con Atalanta e 4-0 con Lecce.
      Ripeto, è chiaro che c’era qualcosa che non andava in spogliatoio, ma questi sono professionisti e non devono mancare di rispetto ai tifosi, che sono l’essenza di questo calcio ormai morto.

      Come già detto tante volte, al tifoso del Toro se la squadra perde mettendoci grinta e determinazione, non gli importa.
      I giocatori verranno sempre osannati, ma se viene a mancare il rispetto allora non va bene.
      Ed è quello che è successo in troppissime partite.

      Non le abbiamo perse in modo normale, per il valore della rosa che abbiamo tra l’altro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Bischero - 5 mesi fa

    3 punti importantissimi. Siamo a – 9 dall obbiettivo. Per il resto caliamo un velo pietoso. Qualcuno cerchi il tasto reset perché é l unica cosa da fare e deve essere fatto. Fra giocatori inadatti, giocatori sul viale del tramonto e giocatori inutili, tecnicamente fisicamente o entrambi e giocatori con il mal di pancia se non si portano almeno 7/8 giocatori fra titolari o riserve facciamo una brutta fine se non il prossimo anno quello dopo ancora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. christian85 - 5 mesi fa

      Ciao Bischero !
      Non so se realmente bastino i 9 punti per centrare l’obiettivo.

      Teoricamente… si, ma ricordo che a parti invertite se si continua su questa strada, non escludo anche un colpo di scena e un piazzamento per l’Europa.
      Lo so, diresti fantascienza, ma lì la classifica dal Napoli/Milan a noi è corta….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 5 mesi fa

        Ciao. Io credo che bastino. A 40 sei salvo e all Europa non voglio nemmeno pensarci nei miei sogni più bagnati. Lecce e Genoa si porteranno via punti a vicenda e non hanno le qualità per recuperare 15 punti in 11 gare. Le ultime due sono andate. Chiaramente il calcio é strano. Ma con questi ritmi e gare ravvicinate é dura fisicamente e mentalmente. Speriamo in 3 punti a Cagliari e nel caso si programmi la prossima stagione. Partendo dall allenatore e le sue idee(parlare di nomi di giocatori senza conoscere il modulo é tempo perso) . Nella speranza che i nuovi giocatori non arrivino a settembre inoltrato come spessissimo accade da noi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. christian85 - 5 mesi fa

          Hai ragione Bischero.
          Però secondo me Longo merita di essere confermato.

          Poi comunque noi dobbiamo ancora giocare con : Cagliari, Fiorentina, Genoa, Brescia Hellas, Spal e Bologna. Ci sono 21 punti abbordabili a disposizione, mentre non calcolo ovviamente le partite con Lazio Inter Juve e Roma.

          Ma con questo calcio strano e soprattutto con questo anno completamente caotico, è inutile fare calcoli matematici.

          E’ sicuramente un anno di transizione sperando di salvarci e ripartire alla grande il prossimo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bischero - 5 mesi fa

            Per me l allenatore conta poco. Contano i giocatori. Conferma di longo? Non saprei. Ha pochissima esperienza a grandi livelli ed ha un difetto grande. È legato all ambiente ed é sempre molto difficile essere”profeti in patria”. Per come vedo io il calcio al toro servono allenatori e dirigenti scafati. Dovessi fare io un nome e scegliere prenderei juric. Potrebbe essere l allenatore giusto nella piazza giusta nel momento storico giusto(ci sarà rifondazione con cmq entrate importanti di soldi) con parte di organico giusto e un modulo che portiamo avanti da 2 anni molto simile al suo.

            Mi piace Non mi piace
  3. Ramiro - 5 mesi fa

    Gran goal del Gallo, due o tre paratone di Sirigu.Tre o quattro lampi nel buio totale. Meno male che c’è chi fa peggio di noi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. christian85 - 5 mesi fa

    Arrivo da un pub felice a 1000 e mezzo ubriaco dopo 4 gin tonic scaccia pensieri e tutto di piú. Vorrei solo ricordare a chi inizio stagione elogiavano il grande Cagliari che era 5 fino alla 12esima giornata.. adesso é lí che deve guardarsi le spalle per non retrocedere. Ricordo molti che dicevano di prendere esempio da loro… etc…
    Stasera é stata dura sotto molti aspetti.
    Zaza ancora una volta, é vero ha giocato malissimo, ma per quanto io non lo possa vedere, mi permetto di poter dire che in alcune fasi e lassi di tempo averlo come avversario é pesante. Mi spiego meglio : tecnicamente é imbarazzante, ma quantomeno fá sportellate e innervosisce i difensori col suo modo di merda di fare.
    Longo insiste con Zaza e fá bene sotto certi punti tattici.

    Purtroppo non é quel tipo di attaccante che ci aspettavamo, come ai tempi di Sassuolo.. ma ora come ora non é tempo di critiche. Cerco di vedere qualcosa di buono piuttosto che tutto negativo.

    Detto questo, Longo ha saputo guidare i ragazzi in una partita che per noi era vitale, sotto l’aspetto mentale.

    Dal punto di vista fisico, il Torino é messo bene. Ho visto grandi miglioramenti da parte di singoli, che 4 mesi fa era solo utopia.
    Contava vincere, piú dell’aspetto tecnico e del gioco e il Toro ha compiuto la missione.
    Questa é la strada che si deve percorrere.

    Il Parma ha dilagato contro una nostra diretta concorrente, ció sifnifica che Longo ha studiato bene quello che andava fatto.

    Bisogna continuare cosi e non mollare mai!

    FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. abatta68 - 5 mesi fa

    Dovevano essere 4 punti e r sono stati, va bene perché siamo praticamente salvi. Dubito che le genovesi e il lecce riescano ad arrivare a 35 punti. Ovvio che il toro di adesso è quello che è, ma questo non vuol dire che meriti di retrocedere, vista la pena di chi ci sta sotto. Dai bene cosi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. GlennGould - 5 mesi fa

    3 punti.
    Preziosissimi.
    Talmente importanti, che stasera di tutto il resto me ne frego.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 5 mesi fa

      Bravo Fratello Glenn, sono sulla tua lunghezza d’onda.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. sigfabry - 5 mesi fa

    FORZA TORO
    Un saluto particolare ai menagrami e a quelli che criticano e altro non sanno fare.
    Un abbraccio a tutti i veri tifosi granata che hanno apprezzato anche il pareggio con il Parma
    Una precisazione per tutti quelli che scriveranno che senza Belotti e Sirigu…,ma loro sono giocatori del Toro quindi perchè la trasformate in una critica ????
    TORO TORO TORO TORO TORO TORO TORO TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. maxx72 - 5 mesi fa

    Va bene così, ora non è il momento di fare gli schizzinosi, per una sera si gode un po. Per Sirigu e Belotti il prossimo anno raddoppio dello stipendio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

      Maxx72 ancora 9 punti poi possiamo dire addio a questa annata vergognosa e finalmente potremo dare l’assalto a Donsah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 5 mesi fa

        Dai Fratellone che ce la facciamo! Bisogna resettare l’annata, e dire che ci avevo creduto tanto.Però assieme a Donsah voglio anche Cigarini.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. christian85 - 5 mesi fa

      ciao fratello maxxx, per me possono anche triplicare gli stipendi a Sirigu e Belotti,
      ma a fine stagione il chiarimento di quello che è successo, sarebbe gradito.

      Se rivediamo il Toro contro Parma e ieri, a confronto di quello visto contro Atalanta e Lecce, pare chiaro che non sono state sconfitte da crisi nera, ma da un qualcosa dentro lo spogliatoio, ma chi ha pagato con la vergogna, siamo stati noi, non loro..

      Insomma… bene per ora, ma per quel che mi riguarda certe cose sono ingiustificate.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Granatissimo1973 - 5 mesi fa

    Guardate la Fiorentina stellare di paperon Commisso…ribery…chiesa..grandi acquisti, Stadio nuovo…e poi una scureggia di pareggio in casa con l’ultima in classifica…e gli è pure andata bene…prendo questi tre punti con sommo gaudio e da domani penso al Cagliari

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Toro 8 Scudetti - 5 mesi fa

    A questi ritmi Meite’ sembra un ottimo giocatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. rb27 - 5 mesi fa

    Meno male i tre punti, che danno ossigeno! Per il resto si vede sempre che é la squadra dei due “magnifici”… uc e wm.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Granatissimo1973 - 5 mesi fa

    In chiave classifica benissimo anche per le ottime notizie arrivate da lecce e marassi.
    L’udinese stasera diranno molti meritava di più…però cacchio anche noi all’andata a udine …nel secondo tempo fecero un catenaccio che nemmeno nereo rocco, quindi pochi cazzi, nel calcio vince chi fa goal non chi batte più calci d’angolo
    Felicissimo per il goal di Belotti…gallo incedibile Cairo!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Bela Bartok - 5 mesi fa

    Non sto a sottilizzare perchè in questo momento il gioco conta zero, ma erano anni che non vedevo un catenaccio così totale al Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy